ad sense

martedì 7 febbraio 2012

sta nevicando

Sta nevicando , tutta la città si riempie di neve, la neve pura , bianca, immacolata, che una volta mi faceva tanta gioia, portava tanto calore nell’anima con il suo gelo, con i sui mazzolini di fiocchi bianchi, gelati portava calore,…. si avete letto bene , calore, calore nell’anima della gente, ma soprattutto nell’anima dei bambini, era veramente una magia, anche se difficile da spalare, anche se si camminava con difficoltà. Vestita con i maglioni di lana, fatti a maglia dalla mia nonna, non vedevo l’ora di uscire fuori con la mia slittina, e giocare insieme ad altri bambini, non centrava se ci conoscevamo o no, se eravamo vestiti di firma o no, o se appartenevamo a diversi ceti sociali, eravamo tutti bambini ed era cosi semplice.
Sta nevicando e adesso il cuore mi si riempie di tristezza e malinconia, non vedo dei bambi che giocano nella neve, sento in giro che sono tutti ammalati, che hanno preso freddo, che stanno in casa per non prendere influenza. Anche allora i genitori e i nonni ci sgridavano e si prendevano cura di noi , ma capivano meglio i nostri desideri, e capivano che stare insieme a degli altri bambini ci aiuta a crescere, a socializzare, a divertirci con poco, e poi non per l’ultimo, a fare gli anticorpi per non ammalarci cosi facilmente. I genitori , soprattutto i papà, tiravano le slittine con i loro bimbi sopra, ed era un ‘immagine cosi bella e tenera vedergli.  E stavano bene non ci si ammalavano.
Ciò che penso è che per caso non siamo noi che ci siamo allontanati un po’  troppo dalla nostra madre natura?! Che invece ci da tanto, forse pensiamo troppo a delle cose materiali , a come ci vestiamo, che macchina guidiamo, invece di guardare  l’unica cosa che veramente  ci da tanto senza chiederci niente: la natura. Non dobbiamo pagare per guardare lo spettacolo della neve, la magica danza dei fiocchi , per uscire e divertirci con i nostri bambini nella neve, o per lasciare la macchina e andare a fare una bella camminata insieme alla persona amata. Ecco la vita con i suoi semplici piaceri  davvero genuini .
lo so che mentre state leggendo vi viene già la risposta sulle  labbra: “ ma siamo sempre di corsa, dobbiamo andare a lavorare, abbiamo bisogno della macchina, …
si si si lo so , ma anche i nostri genitori lavoravano, e vi assicuro che in condizioni peggiori delle nostre, ma non andavano di corsa, pure arrivavano sempre in tempo, e forse non avevano tutti la macchina, pure non ritardavano a lavorare, e trovavano tempo anche per giocare con i loro figli, per fare una passeggiata e ammirare la natura, il più bello spettacolo  per noi umani.( non dobbiamo scordarci che non siamo nati nella macchina, ma in mezzo alla natura)
Da quando è cominciato a nevicare, non sento un’altra notizia, e tutti si lamentano che le loro città non sono abbastanza pulite e che i loro sindaci, ecc, non hanno fatto abbastanza.( come poi fosse la colpa loro che è venuto a nevicare). Ma non ho sentito invece neanche un commentario su quanto è bella la neve, come sono contenti i bambini. Anche questa neve dovrà avere qualche lato positivo? si certo, esiste questo lato, siamo noi talmente ciechi nel nostro piccolo mondo che non lo vediamo. Ma se andassimo a piedi, o prendessimo l’autobus, o ci svegliassimo prima alla mattina per riuscire a fare tutto, e poi alla fine della giornata lavorativa andassimo fuori a fare un giro, a sentire come scricchiola la neve sotto gli scarponi…? la natura ci offre molto, dobbiamo solo aprire non gli occhi ma il cuore, l’anima e svegliare il lato umano per poter vivere e godersi tutto ciò che ci da.
La neve non è il nostro nemico, ma ci può aiutare ad essere migliori, a prendere ,ad esempio , una pala in mano e spalare la neve davanti alla casa, magari , invece di lamentarci tanto. Dai , non può essere cosi difficile, si tratta solo di vivere davvero.

Nessun commento:

Posta un commento