ad sense

venerdì 20 dicembre 2013

cardigan con il punto conchiglia

care uncinettine,

voglio farvi vedere il mio ultimo cardigan , che sarà un regalo per mia mamma. Vi ricordate il tutorial del cardigan con il punto conchiglia, so che lo avete fato in tante e sono contenta. Questo l'ho fatto con la lana drops, cioè lana misto alpaca ed è cosi caldo e morbido
Nella foto ci sono i due, quindi il mio  che l'ho fatto tutorial e quest'ultimo, fatto per mia mamma, anche questo lavorato come tutorial per il mio canale inglese. Nella foto sotto c'è solo l'ultimo , vi piace?
Spero vi piaccia , a me , molto, adoro tutti i colori , speriamo piacerà anche alla mia mamma

ecco anche le due parti del tutorial

prima parte



seconda parte




se volete seguire i video su youtube, dovete fare click sopra la scritta "youtube", in basso , a destra, sulla striscia dei minuti del video

un abbraccio e Buon Natale a tutte 
Oana 

giovedì 28 novembre 2013

Pantofole alte

care uncinettine e cari uncinettini,
questo articolo è correlato al mio video con lo stesso titolo. Partendo da un modello di scarpina da bimbi, che sicuramente conoscete, sono riuscita a fare delle misure da adulto. Nel video tutorial vi presento la mia misura , quindi 35/36. Come calcolare le misure partendo da questa ? Semplice. Aggiungete  1 cm in più per una misura in più. Cioè , visto che non si tratta di scarpe, ma di pantofole di lana , all'uncinetto ci possiamo permettere di mettere insieme due misure, tipo: 35/36 , 37/38 , 39/40. La prima misura l'avete già nel tutorial,  vi scrivo come dovete aumentare per realizzare una misura più garnde. C'è , però anche la possibilità di lavorare sullo stesso numero utilizzato da me nel video tutorial e avere un risultato più grande, in questo caso, dovete lavorare con della lana grossa e uncinetto da 7 - 8 mm.
Per capire tutto per bene guardate prima il video tutorial , tutta questa informazione è strettamente correlata con esso.


 misura 37/38

NOTA : SE VI SEMBRA TROPPO STRETTA , ALLORA POTETE RINUNCIARE ALLE DIMINUZIONI INDIETRO IN CHE GIRO VOLETE, NON PORTERA NESSUNA MODIFICA ALLA PANTOFOLA !

80 catenelle iniziali ( lavorate la suola come nel tutorial)
per la divisione della scarpa:
davanti: 32 punti  indietro 48
I. giro  :           24 punti alti (indietro) ; 32 punti alti (davanti) ; 24 punti alti (indietro)
II. giro :      indietro  22 punti  +1 diminuzione  totale 23 (due volte, da un lato e altro della pantofola)
                  davanti 1 diminuzione + 1 punto alto..... per tutti 32 punti, alla fine  21 punti alti
III giro :     indietro  21 punti alti + 1 diminuzione totale 22 (due volte)
                 davanti  21 punti alti
IV. giro :    indietro 20 punti alti + 1 diminuzione totale 21 (due volte)
                 davanti sui primi 10 punti  si fanno diminuzioni, arrivando a 5 punti , si lavora normalmente il prossimo punto, sugli utimi 10 punto si fanno diminuzioni arrivando a 5 punti , totale 11 punti
V. giro :    indietro 19 punti alti + 1 diminuzione totale 20 punti (due volte)
                davanti 11 punti alti
VI. giro :    indietro 18 punti + 1 diminuzione totale 19 punti (due volte)
                 davanti 4 punti alti , 1 diminuzione su tre punti , 4 punti alti totale 9 punti
VII. giro    indietro 17 punti alti + 1 diminuzione totale 18 punti ( due volte)
                davanti 9 punti
VIII. giro  indietro 16 punti alti + 1 diminuzione totale 17 punti (due volte) ultimo giro di diminuzioni per le due parti del'indietro della scarpa
                davanti 3 punti alti , 1 diminuzione su 3 punti , tre punti alti totale 7 punti
IX. giro    indietro 17 punti alti (due volte)
                davanti  2 punti alti , 1 diminuzione su 3 punti , 2 punti alti totale 5 punti
X. giro     indietro 17 punti (due volte)
               davanti  1 punto , 1 diminuzione  su 3 punti , 1 punto totale 3 punti
FINITA LA PANTOFOLA
dovete solo completare con il bordino





Buon uncinetto!
Oana
          
             

mercoledì 27 novembre 2013

Stella di Natale all'uncientto

Stella di Natale

Eco la mia stella di Natale all'uncinetto, si può utilizzare, mettendone 6 in cerchio anche come centro tavola di Natale, o singolarmente come addobbo per l'albero di Natale
Il fiore è lavorato con 12 petali, 6 di colore verde e 6 di colore rosso.
Tutti i petalo si lavorano secondo lo stesso modello, e si lavorano singolarmente ogni petalo .
Io ho lavorato con filato Cervinia, Caprice, e con uncinetto da 3,5 mm.


Per il petalo: (fatte 6 di un colore e 6 di altro colore)
si comincia avviando una catenella da 5 punti ( la quinta catenella non si conta come punto e solo per aiutarci a realizzare il primo punto basso)
 primo giro: si lavorano 4 punti bassi : un punto basso in ogni catenella (4 punti bassi)
secondo giro: una catenella per girare, si lavorano 4 punti bassi, uno in ogni punto basso del giro sottostante (4 punti bassi)
terzo giro: una catenella per girare, due punti bassi nel primo punto basso del giro sottostante ( primo aumento); un punto basso nel secondo e nel terzo punto basso , e due punti bassi nel quarto punto basso( il secondo aumento del giro) ( 6 punti bassi)
quarto giro: una catenella per girare, un punto basso in ogni dei sei punti bassi del giro precedente ( 6 punti bassi)
quinto giro: una catenella per girare; due punti bassi nel primo punto basso del giro precedente( primo aumento), un punto basso in ognuno dei quattro dei seguenti punti bassi, due punti bassi nel ultimo (sesto) punto del giro (secondo aumento) ( 8 punti bassi)
sesto- ottavo : lavorate un punto basso in ogni punto basso per tre giri, quindi mantenette il numero di otto punti bassi.
cominciano i giri delle diminuzioni, sempre nel primo e nel ultimo punto del giro come abbiamo fatto gli aumenti, e sempre un giro si uno no:
nono giro:una catenella per girare, una diminuzione lavorata sui primi due punti bassi ( introdurre l'uncinetto nel primo punto, tirare il filo tramite il punto, non si finisce, due anelli sull'uncinetto, introdurre l'uncinetto nel secondo punto, tirare il filo tramite il punto; tre anelli sull'uncinetto, filo sull'uncinetto tirare tramite tutti i tre anelli sull'uncinetto); lavorate sei punti bassi , nei seguenti sei punti bassi del giro precedente, e un altra diminuzione negli ultimi due punti. (6 punti bassi)
decimo giro: una catenella per tornare, lavorare un punto basso in ognuno dei sei punti bassi del giro precedente (& punti bassi)
undicesimo giro: una catenella per girare, una diminuzione sui primi due punti bassi, lavorate sui prossimi due punti bassi , due punti bassi e sugli ultimi due punti bassi fatte una diminuzione (4 punti bassi)
dodicesimo giro: una catenella per girare, lavorate un punto basso su ognuno dei quattro punti bassi del giro precedente (4 punti bassi)
tredicesimo giro: una catenella per girare, fatte una diminuzione sui primi  due punti bassi e un'altra sugli ultimi due punti bassi (2 punti bassi)
quattordicesimo giro: una catenella per girare, lavorare un punto basso su ognuno dei due punti bassi del giro precedente (2 punti bassi)
quindicesimo giro: una catenella per girare, fatte una diminuzione, quindi lavorate insieme i due punti bassi, riducendoli ad un punto basso.
Tagliate il filo e fatte il nodino di sicurezza.

Comporre il fiore:
Tagliate le codine della parte inferiore del petalo , cioè l'inizio del lavoro:

 poi nascondete le codine della fine del lavoro, quindi in cima al petalo, infilato la codina nel ago da cucire e fatte due o tre punti nel petalo poi tirate l'ago:

 Finalmente infilate della lana dello stesso colore, nel ago e cominciate a unire prima i sei petali verdi, entrando con l'ago nella base del primo petalo come nella foto:
 ..... e poi nel secondo .... e cosi via fino al ultimo petalo
 tirate il filo e poi unite con il primo petalo infilato:


 tirate forte per ottenere un fiore cosi come nella foto, poi andate a cucire verticalmente per unire i petali tra di loro, come vedete nella foto, fatte la stessa cosa anche con i sei petali rossi, poi cuciteli insieme ,uno sopra l'altro, in mezzo fatte un bottoncino con l'uncinetto: cominciando con il cerchio mobile , lavorate 10 punti bassi intorno al cerchio, chiudete il giro con un punto bassissimo, poi nel secondo giro, lavorate due punti bassi in ognuno dei 10 punti bassi del giro precedente. Tagliate il filo e cucite il bottoncino in mezzo al fiore.

sabato 23 novembre 2013

Poncho all'uncinetto

care uncinettine,

una grande richiesta da parte vostra è stata come fare un poncho all'uncinetto. Questo modello di poncho che ve lo presento adesso è il più semplice da fare, perché dovete lavorare tre quadrati che poi unirete insieme ed è fatta. Adesso per quadrati potete usare il facilissimo e super classico granny square, che ho usato io per fare questo poncho, io , avendo molta lana dello stesso tipo l'ho fatto tutto in un colore, però voi potete lavorarlo con tanti colori diversi. Certo che invece del banale granny square , potete utilizzare altre tante mattonelle all'uncinetto o un punto semplice con quale lavorerete sempre 3 quadrati.Finiti i tre quadrati , dovrete solo cucirli tra di loro, poi potete aggiungere un bordino o semplicemente delle frange. Il bello di questo poncho è che può essere lavorato in qualsiasi misura, da bimba a adulta XXL, basta fare i quadrati della misura giusta ed è fatta, potete avvolgervi in un caldo poncho, però non solo caldo, ma anche elegante. Io amo i poncho, mi sembrano stupendi e sicuro non sarà l'ultimo modello, ma è il primo .
Eccolo, più semplice di cosi , non si può!!!
Ho fatto anche uno schema dei quadrati, come dovete metterli e cucirli insieme, è fatta a mano, però si capisce 

Un altra idea , lo potete lavorare anche con delle piccole mattonelle cucite o unite all'uncinetto tra di loro per creare i tre quadrati
Sul mio canale di youtube  www.youtube.com/channel/UCzDGRZ-TFo7ydeqaU9gZnbw , nella playlst " mattonelle all'uncinetto" trovate dei modelli che sicuramente vi ispireranno, ma se non vi piacciono le mattonelle all'uncinetto (io le adoro), potete utilizzare un punto, cercate nella playlist "punti all'uncinetto" , vi suggerisco il punto waffle, puto canestro (vimini), punto a treccia o magari un punto nella tecnica tunisina, però come quadrato cosa ne dite di quello nella tecnica bavarese i quello il quadrato diamante ? Questi sono i miei suggerimenti , ma siete voi a scegliere.......

BUON UNCINETTO e alla prossima
Oana



sabato 16 novembre 2013

Misure per le scarpine da bimbi e per le copertine

care uncinettine,
dopo le misure per i cappelli, che spero tanto vi siano di aiuto, adesso tocca alle scarpine per i bimbi. Quante volte che mi chiedete ma queste scarpine quanto misurano, quanto dovrebbero essere grandi per un neonato, ma per un bimbo più grandino...ecco che ho trovato qualche indizio:

Elenco per le misure scarpine da bimbi (lunghezza della suola):


neonato           9 cm

3 - 6 mesi        9,5 - 10 cm

6 - 9 mesi        10,5 - 11 cm

9 - 12 mesi      11,5 - 12 cm

Se volte, quindi , modificare  le scarpine , parlo dei modelli condivisi da me sul mio canale, allora dovete modificare la suole  aggiungendo o togliendo un numero pari di catenelle  e poi mantenere il rapporto per gli aumenti, sia quelli della suola che quelli della scarpina, perché cosi modificate solo le misure e non il modello o la forma.

 Un altra domanda frequente è quella della misura di una copertina da carrozzina o da culla , certo che qua  come in tutte le misure è solo una cosa di approssimativa e solo per darvi un idea


lunghezza  77 - 80 cm ( con il bordino )
larghezza   67 - 70 cm



Oana

mercoledì 23 ottobre 2013

Le misure per i cappelli all'uncinetto

Care uncinettine,

so che questo è un problema "esistenziale" per noi  uncinettine: le varie misure dei nostri progetti da indossare. Ogni volta quando mi metto a fare un progetto " da indossare " all'uncinetto , non so come arrangiarmi con le misure e per questo ho fatto un indagine sul web e ho trovato dei dati interessanti per noi tutte. Sicuramente , però , non sono dati da prendere ad litteram,  perché sapiamo tutte quanto siamo diversi uno dal altro. quindi anche nel nostro lavoro, come in quello dei sarti dobbiamo avere dei dati certi prima di iniziare un progetto grande di tipo maglione, cardigan, ecc Perciò io sono in una continua ricerca di parametri che possano darci un po' di sicurezza che i nostri prodotti sono adeguati almeno al età del possibile  cliente. Per gli adulti  il problema misure non è cosi difficile quanto per i bimbi,  ecco perché la mia ricerca su internet è iniziata proprio con questo tema. LE VARIE MISURE PER I BIMBI


Ecco a voi un elenco di misure per i cappelli : 

Nota: per eseguire un cappello di misura giusta ci vuole la circonferenza della testa

misure cca per  bambini: 

neonato                   47- 49 cm
bambino 1-2 anni     50- 52 cm
bambino grande        53- 54 cm
giovane                     55- 56 cm


misure cca  per adulti:

 54 - 55 cm        misura S (small)
56- 57 cm          misura M (medium)
58- 59 cm          misura L (large)
60 -61 cm          misura XL ( extra large)
62- 63 cm          misura XXL

sono questi i dati che io ho trovato più vicini alla realtà e anche più facile da gestire, certo che non possono essere esatti , però almeno un idea abbiamo e non giriamo nel buoi totale.


a presto
Oana


                                             BUON UNCINETTO!

martedì 8 ottobre 2013

scalda collo e cappello con il quadrato fiore

care uncienttine,
 visto che molte di voi mi avete chiesto dello scalda collo o del cappellino con il quadrato fiore o magari del fiore che ho fatto ispiratami sempre dallo stesso quadrato, ho pensato di mettere insieme il tutto in un articolino sul blog cosi posso indirizzarvi meglio a ciò che cercate:
ed ecco anche le foto dei due misteriosi progetti : lo scalda collo che io adoro e il cappellino


per ottenere degli spazi più piccoli tra i quadrati nel lavoro del cappello , nel ultimo giro del quadrato ho lavorato negli angoli solo 10 punti alti, invece di 5 + il picot da 5 cat + 5 punti alti e sul lato invece dello spazio da 5 catenelle , ho lavorato solo tre. Per unire negli angoli, lavorate 5 punti alti, fatte l'unione con un punto bassissimo, tra il quinto e il sesto punto alto del angolo con quale volete unire e continuate con altri 5 punti alti. poi sul lato lavorate una catenella, poi fate l'unione con un punto bassissimo e ancora una catenella per completare. Per questo cappellino ho messo insieme due giri da 6 quadrati ognuno, come si vede anche nell' immagine, tre sul davanti e tre indietro e poi il secondo giro sempre con 6. Poi per fare la corona del cappello e chiudere, fatte 4 o 5 giri di diminuzioni, il primo giro lo lavorate proprio sui quadrati , quindi lavorate 5 punti bassi, un punto basso in ogni punto alto della parte del angolo e un punto basso nello spazio di tre catenella sul lato, avrete 10 punti bassi +1 (5 pb+ 1 pb+ 5 pb) per un solo quadrato, quindi 11 punti bassi, che moltiplicati  per 6 (il numero di quadrati) abbiamo 66 pb. Da questo totale dovete nel prossimo giro lavorare 1 pb e una diminuzione(2 pb insieme), cosi arriverete a 44 pb. Nel terzo giro lavorate una diminuzione per ogni due punti, quindi 22 pb, a questo punto già potete cucire e chiudere cosi il cappello, ma se volete potete ancora giocare con le diminuzioni, per fare la corona più larga. Poi sul bordo con due colori messi insieme ho lavorato un giro di punto gambero, sapete già , il mio preferito per rifinire cappelli e non solo.
ecco anche i video la prima parte :


la seconda parte
e questo è il video dove vi faccio vedere i miei due progetti fatti con il quadrato 




poi per il fiocco di neve enorme che lo faccio vedere in questo video chiacchierino , c'è già il tutorial 
eccolo qua :


 per l'angelo di Natale trovate il video su youtube, nella play list Natale all'uncinetto


spero che adesso sono riuscita un po' a  chiarire la situazione, comunque se avete altre domande , sono qua o su youtube o nella mia mail

a presto
Oana

venerdì 4 ottobre 2013

come vendere i nostri oggetti all'uncinetto parte seconda

care uncinettine,
rieccomi con la storia delle vendite dei nostri oggetti all'uncinetto
Nel primo articolo sono riuscita a trattare le prime due modalità da me elencate e adesso voglio continuare.

3. La vendita su e-bay. Da quanto ne so io l' e -bay è se non il più grande , uno dei più grandi site di compra vendite on line sia per i privati , che per le persone giuridiche. Quindi sarebbe un bel posticino per provare, solo che c'è una cosa che ve la voglio dire: secondo me , meglio inserire degli annunci con la foto che sono gratuiti , almeno all'inzio, tanto per testare il terreno, che aprire un negozio on line , perché e-bay da anche questa possibilità , però contro una tassa da pagare. Adesso , quanto riguarda l'uso degli italiani dello shopping su e-bay, io dubito un po'. Lo shopping on line funziona benissimo negli Stati Uniti, non so il perché , ma secondo me , qua in Italia, siamo ancora lontani da un vero e proprio fenomeno di shopping on line ed è per questo che io vi consiglio di andare con "i piedi di piombo", in poche parole provare senza buttarsi . Perciò la conclusione sarebbe provate con degli annunci semplici. C'è , però un altro site di compra vendita on line , si chiama KIJIJI, www.kijiji.it .
Sinceramente , io quest'ultimo lo trovo più semplice e anche più facile da essere trovato, anche se da
quanto ho capito io è sempre un appendice di e -bay.


4.Parliamo adesso del blog personale o site personale. Un blog personale può essere una bella vetrina 
per i nostri oggetti, si può anche mettere il prezzo o scrivere di chiedere informazioni nella nostra e-mai. 


se abbiamo un negozio on-line su una delle piattaforme da me elencate nella prima parte del articolo,
si può condividere sul blog a sigla del negozio e cosi fare un collegamento tra i due (attenzione però 
a ciòche ho scritto nel primo articolo, maggior parte delle piattaforme hanno la sigla da copiare in formato 
HTML, però quando ci si clicca sopra , non si viene portato nel vostro negozio, come sarebbe logico, ma 
nella pagina principale della piattaforma, l'unico, almeno da me conosciuto e testato che indirizza 
direttamente nel negozio personale è ARTESANUM, quindi fate attenzione a questa cosa, perché cosi,
loro si fanno pubblicità tramite voi, ma non c'è doppio senso, cioè voi non riuscite a mandare i vostri 
potenziali clienti direttamente nel vostro negozio, ma nella home page della piattaforma, da dove un 
potenziale acquirente , magari non arriverà mai ne vostro negozio.) 
Un altro aspetto positivo è quello del indirizzo del blog, cioè , fatte dei bigliettini da visita e scrivete anche 
il nome del vostro blog, cosi , ogni volta che incontrate una persona che conoscete o che avete appena
conosciuto, trovate un momento nella discussione per dire due parole sul vostro hobby e cosi avete
l'opportunità di offrire un vostro bigliettino da visita, questo aspetto sottintende il fatto che voi DOVETE
AVERE SEMPRE I VOSTRI BIGLIETTINI DA VISITA CON A PORTATA DI MANO !!!

Un altro aspetto importante del blog e non solo ma di tutti i prodotti virtuali di vendità e pubblicità è come 
fare e postare le foto dei nostri pordotti, ma di questo argomento ne parlerò in un altro articolo.

Mi sa che con questo argomento ho esaurito i metodi virtuali della vendita, ci sono rimasti quelli reali quindi
i mercatini e i negozi di appoggio , tipo mercerie, negozi di regali e cosi via
per questi però ne faro una terza parte del articolo

a presto
oana



giovedì 19 settembre 2013

scarpine da neonato doppia faccia e un modello di ballerine

 Scarpine da neonato 3 in 1

  
nota: modello è stato lavorato con uncinetto da 3,5 mm e filato cervinia
contate i punti alla fine di ogni giro!!!!!
tra le parentesi trovate il numero di punti corretto per ogni giro)
 per cominciare  si avvia una catenella da 12 punti + 1:

La suola:
1 giro: (si lavora solo nella parte superiore del punto, vedi il video qui ), in ogni catenella un punto alto, per un totale di 12 punti alti, in ultima catenella si aggiungono ancora sei punto alti, poi si comincia a lavorare nella parte rimasta libera dalle catenelle ancora 12 punti alti, nell'ultima catenella dove abbiamo lavorato il dodicesimo punto alto si aggiungono altri sei punti alti, si chiude il giro con un punto bassissimo nel primo punto alto lavorato. ( 36 punti alti)



 2 giro: una catenella( non si conta come punto)  un punto alto nel primo punto alto del giro precedente, proprio dove abbiamo fatto il punto bassissimo, poi un punto alto negli 11 punti alti del giro precedente. Si arriva cosi ai sei punti alti aggiunti nell'ultima catenella del primo giro, in ognuno di essi si lavora un aumento, cioè due punti alti in ogni punto alto del primo giro, dopo di che si lavorano ancora 12 punti alti ( un punto alto in ogni punto alto sottostante), si arriva cosi al secondo gruppo di sei punti alti aggiunti nel primo giro e si fa la stessa cosa, quindi un aumento in ognuno di esso( per un totale di 12 punti alti nei sei del giro precedente).Si chiude il giro con un punto bassissimo nel primo punto alto del giro.( 48 punti alti).
La suola finita. Tagliate il filo, fatte il nodino di sicurezza.

La scarpina:


1 giro: Cambiate il colore.Dal primo punto alto subito dopo il punto alto dove avete finito il giro, contate sei punti, aggiungete il nuovo colore nel sesto punto, con la faccia del lavoro verso di voi. Fate una catenella ( non viene contata come punto) e un punto alto, continuate a lavorare un punto alto in ogni punto alto del giro sottostante, per un totale di 48 punti alti.Finite il giro con un punto bassissimo nel primo punto alto lavorato.
2 giro: cominciando con questo giro lavoreremo solo intorno ai punti davanti ( vedi il video qui), però sempre dei punti alti. Una catenella ( non la contate come punto) un punto alto nel primo punto alto sottostante e ancora 13 punti alti nei tredici punti alti del giro precedente, nei prossimi 20 punti alti facciamo  10 diminuzioni ( proprio sulla parte centrale della tomaia o cosi detta mascherina ), per la diminuzione si lavorano due punti alti in una volta, non vi scordate che lavoriamo intorno al punto alto non nell'asola del punto!!!! Quindi si comincia con la prima diminuzione cosi: si lavora il primo punto alto a metà e poi si lavora il secondo punto alto sempre a metà, dopo di che dovremmo avere tre anelli sull'uncinetto, filo sull'uncinetto , lo tiriamo tramite tutti i tre anelli chiudendo cosi la nostra prima diminuzione, fate ancora nove lavorando sempre su due punti. Finite le dieci diminuzioni, lavoriamo ancora 14 punti alti, ( intorno ai punti sottostanti). Chiudiamo il giro con un punto bassissimo nel primo punto alto lavorato. ( 48 - 10 le diminuzioni =38 punti alti).
3 giro: cominciando con questo giro fino alla fine della scarpina , fino quando cambiamo il colore e facciamo il bordino, avremo sempre 14 punti alti da una parte e dall'altra della scarpina, costanti, invece nella parte centrale della tomaia faremo le diminuzioni. Quindi cominciamo a lavorare una catenella e il primo punto alto, poi ancora 13 , nei punti alti sottostanti, arrivati alla parte delle diminuzioni, ne facciamo ancora 5, cioè da dieci punti nel giro precedente arriviamo a 5. facciamo la seconda parte di 14 punti alti e poi chiudiamo il giro con un punto bassissimo nel primo punto alto lavorato.( 38- 5 = 33 punti)
4 giro: una catenella e 14 punti alti nei 14 punti alti del giro precedente ( la costante), sulle cinque diminuzioni del giro precedente lavoriamo cosi: nei primi due punti facciamo una diminuzione, il terzo punto lo lavoriamo normalmente, gli ultimi due punti, quindi il quarto e il quinto facciamo un'altra diminuzione, poi continuiamo con ancora 14 punti alti , sopra i 14 punti alti del giro precedente ( la seconda parte costante), chiudiamo il giro con un punto bassissimo nel primo punto alto lavorato. (33- 2 = 31 punti)
5 giro: una catenella e 14 punti alti nei 14 punti alti del giro precedente, nella parte delle diminuzioni siamo rimasti con 3 punti, quindi facendo la diminuzione su tutti i tre, rimaniamo con 1 punto, poi lavoriamo i 14 punti alti, chiudiamo il giro con un punto bassissimo lavorato nel primo punto alto. ( 29 punti). Finita la scarpina. Tagliamo il filo, facciamo il nodino di sicurezza.

Bordino:

1 giro: Cambiamo di nuovo il colore, con la parte centrale della tomaia verso di noi, entriamo con l'uncinetto nel punto accanto al punto risultato della diminuzione in tre, (quindi quest'ultimo punto lo lasceremo non lavorato), la voriamo intorno alla scarpina 28 punti alti
2 giro: una catenella per tornare, 28 punti alti lavorati però intorno al punto indietro(entriamo con l'uncinetto indietro al lavoro e a destra del punto da lavorare, usciamo con l'uncinetto sempre indietro nella pate sinistra del punto poi lo lavoriamo come un normale punto alto, solo per questo giro, cosi manteniamo il modello.
3 giro : una catenella per tornare, 28 punti alti lavorati di nuovo intorno al punto davanti, alla fine del giro tagliate il filo fatte il nodino di sicurezza.
la prima parte del video



la seconda parte del video


la terza parte del video




Scarpina da bimba



Come una variante del primo modello vi propongo adesso queste bellissime scarpine con barretta e bottone.
Per la lavorazione di queste scarpine dobbiamo mantenere il primo modello fino al secondo giro della scarpina, quindi la suola e i primi due giri della scarpina sono identici.
dal terzo giro: lavoriamo sei punti alti ( sempre intorno al punto), 8 punti bassi ( sempre intorno ai punti alti sottostanti), quindi abbiamo diviso la nostra costante di 14 punti in sei punti alti e 8 punti bassi, poi per le 5 diminuzioni sulla parte centrale della tomaia, lavoriamo ugualmente al primo modello, quindi sui dieci punti alti del secondo giro, facciamo 5 diminuzioni ( due punti alti  lavorati insieme), poi  facciamo di nuovo 8 punti bassi( sempre intorno al punto) e 6 punti alti, chiudiamo il lavoro con  un punto bassissimo nel primo punto alto lavorato.Quindi il numero di punti non cambia, alla fine del trezo giro dobbiamo avere 33 punti . Tagliamo il filo e facciamo il nodino di sicurezza.
quarto giro: entriamo con il nuovo colore nel punto alto dove abbiamo finito il giro precedente, lavoriamo un giro di punti bassi, normali, senza aumenti, senza diminuzioni, in ogni punto del giro precedente facciamo un punto basso. (33 punti). Tagliamo il filo e facciamo il nodino di sicurezza. Nascondiamo tutte le codine.

Per la barretta: facciamo una catenella da 6 punti,giriamo e lavoriamo 5 punti bassi, poi facciamo ancora 5 catenelle ( la asola), per chiuderle in cerchio entriamo con l'uncinetto nella prima catenella  delle catenelle  dove abbiamo lavorato i 5 punti bassi, facciamo un punto bassissimo e tagliamo il filo. Nascondiamo le codine.
Certo ne dobbiamo fare due barrette, hehehe. Cucciamo la barretta da un lato della scarpina, lasciando i 5 punti della parte centrale della tomaia ( su quali abbiamo fatto le diminuzioni), contiamo tre punti e nel terzo , proprio nel ultimo giro di punti bassi entriamo con l'ago, cucciamo la barretta, poi dalla parte opposta della scarpina sempre nello stesso punto cucciamo il bottone.


Buon uncinetto
oana

ecco un altro paio di orecchini

care uncienttine,
oggi, mentre stavo filmando il video del punto stella alpina, per il canale in inglese, mi è venuta un'idea di orecchini con questo bellissimo e versatile  punto , cosi ho pensato di farvela vedere:
gli orecchini con un bordino semplicissimo 
per il bordino fate cosi:
entrate con l'uncinetto in qualsiasi degli sei spazi da 6 catenelle, tra i petali e lavorate. tre punti bassi + un picot da tre catenelle x tre volte e ancora tre punti bassi, quindi in totale sono 12 punti bassi e tre picot.
Aaaaah, dimenticavo, il punto stella alpina lo lavorate solo con uno spazio e una nocciolina , poi nello spazio fatte ancora cinque petali (noccioline) ed è pronto il fiorellino.
Per rinfrescarvi la memoria ecco il video tutorial del punto stella alpina




a presto
oana

mercoledì 18 settembre 2013

come vendere i nostri oggetti all'uncinetto?

care uncinettine ,

questa domanda me la sono fatta io da tanto tempo, quasi da quando ho iniziato a lavorare all'uncinetto. Perché di solito è cosi : si comincia con la voglia di imparare e di fare delle cose per noi stesse, poi magari anche per regalare, poi pian pianino , a qualche amica o collega di lavoro piace un nostro cappello o sciarpa o borsa, ecc e ci chiede di realizzarla anche per lei, cosi via cominciamo a pensare anche a vendere , tanto per arrotondare o magari , proprio per crearci un job, con i tempi che corrono , l'idea non è male. Ecco una lista di possibilità per vendere i mnostri oggetti fatti all'uncientto:

1.  le piattaforme su internet dove da privato ci si  si può aprire un negozio on line, inserire le foto e vendere i prodotti , vi lascio i link di quelli che io conosco e li ho anche provati:
it.artesanum.com
www.babirussa.it
www.etsy.com
www.dawanda.it
www.alittlemarket.it
www.misshobby.com
2. le pagine facebook o google+
3. e-bay, sia come annunci semplici o proprio aprire un negozio on line
4. il blog personale o site personale
5. i mercatini
6. i negozi di lana e mercerie della nostra zona
Ok , penso di avere esaurito l'elenco delle modalità di vendere , sia virtuali che reali, se no, vi aspetto con dei commenti, questo infatti è un articolo che si vuole essere un dialogo aperto a tutte quelle che vendono i loro oggetti fatti all'uncinetto. Io parlo solo degli oggetti fatti all'uncinetto, perché è la mia passione e io voglio provare di radunare tutte quelle che hanno la mia stessa passione, perché se mettiamo in calcolo tutte le tecniche artigianale , allora finiamo per allargare troppo il cerchio , solo per questo, mica perché io non avrei rispetto per altre arti manuali, anzi le rispetto tutte, perché so che oltre manualità c'è bisogno anche di fantasia e creatività e quindi le persone che le praticano non possono essere che persone sensibili.

Adesso prendiamo ogni modalità in parte e parliamone, pro e contro, vantaggi e svantaggi:

1. Di solito tutte le piattaforme on line per la vendita dei prodotti fatti a mano , contengono di tutto e di più e anche se ci sono modalità di ricerca molto precise ad un certo punto uno si annoia di cercare e cercare e non trovare l'oggetto desiderato e magari non è neanche arrivato sul vostro negozio, poi c'è un altra cosa, sulle cosi dette "vetrine" fatte da queste piattaforme, magari nessuno dei vostri prodotti non appaiono mai o quasi mai. Poi no parlando del numero immenso di persone che hanno un negozio on line su queste piattaforme. Un altra cosa è la percentuale che la richiedono per vendita di un prodotto, o peggio, come Etsy che chiede praticamente per ogni inserzione cca 0,10 euro, non so di sicuro. Comunque magari vi sembra poco , ma se cominciate a fare i conti , non  lo so veramente se mi conviene. L'unica piattaforma che non percepisce nessuna tassa ne di iscrizione , ne di inserzione e neanche percentuale sulla vendita e ARTESANUM. Io lo trovo il più fairplay, perché è sempre una bella vetrina che riesco a tenere con i miei oggetti fatti a mano e indirizzare dei miei amici o colleghi o conoscenze e posso pubblicizzarmela su fb o sul mio blog personale. Un altra cosa che mi piace di Artesanum è il fatto che quando tu metti sul tuo blog la loro sigla , cosi che quelli che capitano sul tuo blog possono fare click sopra e li porta direttamente nel tuo negozio su Artesanum, non come fanno gli altri che ti portano sul loro portale iniziale, quindi tu a loro fai pubblicità nel tuo piccolo, ma senza un doppio senso.
2.le pagine facebook , parliamoci chiaro , ce ne sono tantissime che si bloccano con il "mi piace " al numero di amici contenuti sul profile personale.Su google + , non ci sono tante e forse ce ne ancora spazio , quindi dobbiamo sempre pensare che se arrivate per prime , abbiamo sicuramente più chance. Io non dico che con le pagine fb non ci si può fare pubblicità, però , sinceramente mi sembra poco probabile, comunque è anche quella una vetrina on line gratuita, cioè spazio di depositare per le nostre foto dei nostri oggetti da vendere e non è poco.

Se vi piace questo articolo e vi interessa il tema allora ci sarà anche la parte seconda

A presto
oana

martedì 17 settembre 2013

cappello a punto coste all'uncinetto

cappello maschio&femmina a punto a coste in crochet

questo è un modello di cappello per quanto semplice tanto bello,io l'ho trovato in inglese e l'ho scritto anche per voi, si lavora in due o tre ore ed è bellissimo colorato, quindi prendete tutti gli avanzi di lana e mettetevi all'opera, alla fine lo adorerete , io ne ho fatti già due per mio marito, il primo è questo azzurro .
 questo è il secondo:
per lavorare usate della lana più grossetina e un uncinetto da 5mm
cominciate con il cerchio magico
I giro lavorate nel cerchio magico 12 punti alti, o tre catenelle iniziali + 11 punti alti, comunque alla fine del primo giro dovrete avere 12 punti alti in totale
II giro aumentiamo cosi: un punto basso nel primo punto alto (se avete fatto tre catenelle iniziali allora nella terza catenella) e intorno allo stesso punto lavorate un punto alto i rilievo davanti, lavorate ugualmente in tutti 11 punti alti rimanenti, alla fine di questo giro avrete: 12 punti bassi e 12 punti alti in rilievo
III giro lavorate un punto basso nel primo punto basso, poi intorno al prossimo punto che è il punto alto in rilievo, lavorate due punti alti in rilievo (si lo so vi chiedete come lavorare due punti alti in rilievo intorno ad uno solo, beh semplice si lavora prima uno e poi uguale al primo si lavora anche il secondo, sempre intorno allo stesso punto ), cosi abbiamo ottenuto un aumento (non di stipendio, hahahah), lavorate sempre cosi tutto il giro, quindi nel punto basso, un punto basso e intorno al punto alto , due punti alti in rilievo, concludete il giro con due punti alti in rilievo e fatte un punto bassissimo nel primo punto basso lavorato, alla fine di questo giro avrete sempre 12 punti bassi, ma 24 punti alti in rilievo
IV giro ok questo è il giro più difficile però una volta capito bene , si è imparata anche la tecnica di aumento per questo cappello, che poi non è cosi difficile , volevo solo spaventarvi un po' cosi sarete più attente, hehehehe, quindi cominciamo: un punto basso nel primo punto basso, un punto alto in rilievo intorno al primo punto alto in rilievo, sempre nello stesso punto , ma questa volta , proprio nel punto , lavorate anche un punto basso,cosi che tra i due punti alti in rilievo, lavorati sullo stesso punto alto , nel giro precedente (quindi il nostro aumento), lavoriamo anche un punto basso, l'idea è che come modello dobbiamo avere un punto basso, un punto alto in rilievo, perciò dobbiamo fare gli aumenti tenendo presente questa cosa. Ok , tutto qua, adesso continuiamo sempre cosi, un punto basso nel punto basso, poi nel primo punto alto in rilievo lavoriamo un punto alto in rilievo (quindi intorno al punto) e un punto basso, poi continuiamo con il secondo punto alto in rilievo (dal aumento del giro precedente) lavorando intorno ad esso un punto alto in rilievo, quindi alla fine di questo giro pareggiamo anche i punti bassi :24 punti bassi, 24 punti alti . 
V giro lavoriamo come vengono i punti ( cioè un punto basso nel punto basso, un punto alto in rilievo intorno al punto alto in rilievo) fino al quarto punto alto in rilievo intorno al quale faremo un aumento quindi lavoreremo due punti alti in rilievo intorno allo stesso punto.Alla fine di questo giro avremo sempre 24 punti bassi e 30 punti alti in rilievo.
VI giro in questo giro dobbiamo pareggiare anche i punti bassi , quindi lavoreremo cosi: un punto basso nel punto basso del giro precedente , un punto alto in rilievo intorno al punto alto in rilievo del giro precedente, quindi lavoriamo sempre cosi come vengono i punti, fino all'aumento del giro precedente, nel primo punto alto del aumento, lavoriamo cosi: un punto alto in rilievo e un punto basso nello stesso punto alto in rilievo, poi lavoriamo un punto alto in rilievo intorno al secondo punto alto in rilievo del aumento del giro precedente e sempre cosi fino alla fine del giro, quindi in ogni primo punto alto in rilievo del aumento del giro precedente lavoriamo oltre il punto alto in rilievo anche un punto basso, cosi dividiamo i due punti alti in rilievo del aumento da un punto basso e il modello e di nuovo apposto. Alla fine di questo giro avrete 30 punti bassi e 30 punti alti in rilievo.
Quindi abbiamo pareggiato anche con i punti bassi.
* l'idea è che per aumentare come in una normale cappello, in questo modello invece di un giro ci vogliono due giri, cioè due tappe.
Se volete un cappello per un ragazzino o una ragazzina, vi potete fermare qua con gli aumenti, quindi avete in totale 60 punti. Poi proseguite con il modello normale lavorando un punto basso, nel punto basso del giro precedente e un punto alto in rilievo intorno al punto alto i rilievo del giro precedente, fino alla lunghezza desiderata. 
VII giro se , invece lo volete per una testa da adulto, andate ancora avanti con ancora due giri di aumenti. Quindi in questo giro aumentiamo in ogni quinto punto alto in rilievo, lavorando intorno ad esso due punti alti in rilievo.Alla fine di questo giro avrete 30 punti bassi e 36 punti alti in rilievo.
VIII giro adesso aumentiamo i punti bassi per pareggiare, quindi in ogni primo punto alto del aumento del giro precedente lavoriamo: un punto alto in rilievo intorno al punto e un punto basso , nel punto. Alla fine di questo giro avrete 36 punti bassi e 36 punti alti in rilievo.
dal IX giro potete proseguire lavorando i punti come vengono: un punto basso , nel punto basso, un punto alto in rilievo intorno al punto alto in rilievo, fino alla lunghezza desiderata.
IMPORTANTISSIMO
non vi scordate di cambiare il colore , più spesso lo cambiate , più colorato sarà il cappello, potete fare sequenze da due o tre giri con un colore o potete cambiare il colore ad ogni giro, vedete voi.
Per cambiare il colore alla fine del giro fate il punto bassissimo nel primo punto basso, per chiudere il giro, tagliate il filo e fatte il nodino di sicurezza. Con il nuovo colore fate ilo nodino iniziale e cominciate il nuovo giro proprio nel punto bassissimo di chiusura, poi proseguite con il modello,
Buon Lavoro uncinettine
oana

la rappresentazione grafica dei punti

ho trovato sul web questa rappresentazione grafica dei punti e visto che molte di voi uncinettine mi avete chiesto come si leggono i punti e che veramente avvolte si , può essere difficile leggere uno schema , ho pensato di condividerla con voi, magari vi possa essere di aiuto

mercoledì 11 settembre 2013

Orecchini Mandala

Care uncinettine,

avrete già visto il mio ultimo video con gli orecchini tondi. Vi voglio svelare l'origine di questo modello, che io lo considero molto bello e non perché l'ho creato io , ma perché mi sono ispirata ad una vecchissima immagine piena di significato che è il mandala. Molto tempo fa , su facebook un' uncinettina mi faceva vedere delle foto di modelli mandala realizzati all'uncinetto e ci sono rimasta colpita dalle combinazioni di colori e dai giochi di figure geometriche che erano contenute in quei lavori. Sono , subito andata a cercare su internet deglia ltri e cosi sono ho imparato che si chiamavano mandala. Poi , certo , con la mia caratteristica curiosità, volevo capire cosa significava la parola e certo, l'oggetto, quindi ho trovato una spiegazione su wikipedia e se volete leggere vi lascio il link http://it.wikipedia.org/wiki/Mandala , sono sicura che come me, sarete meravigliate dalla bellezza del significato e delle forme. Vi dico solo che questi mandala sono dei cerchi che rinchiudo delle figure geometriche come punti, triangoli e quadrati e vengono rappresentati in una gamma di svariata gamma di colori. Vi immaginate il perché mi ci sono subito innamorata, quei meravigliosi colori mi hanno subito conquistata. Per un bel po' di tempo tutta questa informazione è rimasta stoccata nella mia mente e ieri tutto ad un tratto mi è venuta l'idea di creare questi orecchini con un modello semplice , ma molto semplice, di mandala, quindi sono i primi, però sicuramente non gli ultimi , perché mi piace l'idea di poter abbinare forme e colori in un solo oggetto.
Ecco quanti ne ho lavorati, è come una droga, appena finisco uno penso già ad un'altra combinazione di colori e via .....        


buon uncinetto
oana                                                                                                                                              

venerdì 6 settembre 2013

un fiore e più possibilità

care uncinettine,
ritrovando questo modello di fiore tra i miei video più vecchi , lo usato prima per abbellire la mia ultima creazione , lo scalda collo 2 in 1, poi mi è venuta idea di farlo con diversi uncinetti e sia in lana che in cotone, finché sono arrivata al più piccolo fatto con l'uncinetto da 2,5 mm e con filato di cotone mouline , quello per ricami, in seguito vi faccio vedere i miei esperimenti
<eccoli tutti  i primi due fatti con la lana e gli ultimi due fatti con il cotone
questo è il più piccolo quindi il più adatto per gli orecchini o un ciondolo

questo lo lavorato con il cotone cablé n 5 
i due lavorati in cotone li ho fatti con sei petali

questo è il video dello scalda collo dove trovate anche il link del fiore

Buon Lavoro
oana

domenica 25 agosto 2013

finite le vacanze

care uncinettine,
finalmente, sono tornata a casa dalle vacanze e sono contenta di essere di nuovo qui con voi. Non vedo l'ora di cominciare con dei nuovi video e articoli sull'arte dell'uncinetto che  per me , come tutte quelle che mi seguite lo sapete, è una passione. Voglio ringraziare a tutte quelle che nella mia assenza vi siete iscritte al mio canale o mi avete aggiunta nelle vostre cerchie su google +. Ogni vostro commento e per me un grande apprezzamento al mio lavoro e sapere che ciò che si fa viene apprezzato dagli altri è molto bello. Sono contenta quando vedo che ogni giorno sempre più appassionate di uncinetto o principianti che magari non hanno tenuto mai l'uncinetto in mano ma che vogliono imparare , si iscrivono al mio canale di youtube e mostrano tanta passione per questa bellissima arte manuale, cosi vecchia e cosi moderna. Oltre ad essere molto rilassante, il lavoro all'uncinetto ci gratifica sempre. Sia che facciamo qualcosa per noi o per i nostri parenti o con scopo di lucro, è sempre bello fare con le proprie mani delle cose meravigliose e se qualcuno dice che l'uncinetto appartiene alla nonna , allora , non sa veramente che fare l'uncinetto non vuole dire solo pizzo, ma molto molto di più. Come avete visto nei miei video provo a farvi conoscere molte tecniche o punti che li trovo qua e là e che anche io molte volte li imparo posso dire insieme a voi. Sinceramente il mio canale di you tube, nasce proprio dal fatto che imparando me stessa a fare l'uncinetto su youtube dai canali in inglese, ho scoperto pian piano delle tecniche e punti che qua in Italia  sono sconosciuti o poco conosciuti e utilizzati e mi sono detta che è un grande peccato non impararli, poi con la mia fantasia mi piace creare dei modelli nuovi , come già avete visto, quindi condividerli con voi è per me una cosa meravigliosa.


Buon Uncinetto
oana

mercoledì 31 luglio 2013

cappello a spirale con il punto basso

care uncinettine,
 questo articolino sarà un aggiornamento al video tutorial da me pubblicato su youtube con lo stesso titolo . Vi dicevo nel video che il cappello si può realizzare con la tesa, con la visiera o senza , proprio cosi semplice, solo con un bordino di punti bassi. Sempre nel video , vi facevo vedere , il cappello azzurro celeste finito, con la tesa, ma certo, io non posso non modificare le cose, quindi, dopo aver messo una bella visiera al cappello marrone fatto insieme a voi nel video, mi è piaciuto talmente tanto che ho disfatto la tesa del mio cappello celeste e ho aggiunto la visiera, adesso si che lo adoro. Voglio dirvi che ho modificato anche la combinazione di colori, invece del turchese o optato per gli avanzi del cotone marrone ed ecco il risultato:









Mi piace veramente, la combinazione del colore celeste con il marrone , a me sembra che gli dona di più, adesso , finalmente ho un cappello per questa vacanza.
Questo , invece, è il set che ho fatto per mia mamma, la sciarpa è quella triangolare con il bellissimo punto strega.
La visiera l'ho lavorata in un altro modo, sempre nel video vi dicevo di prendere spunto da qualche altro video dei miei cappelli con la visiera, c'è ne sono 3 o 4 , non ricordo di sicuro, ma visto che a me piacciono tantissimo i cappelli con visiera, ne ho fatta un altra e posso dirvi che il risultato mi piace molto perché ha una bella tenuta, come da sole potete vedere nelle foto.

click qui per il video del cappello

VISIERA:
cominciate dove avete finito il cappello, con il filato messo in due e con lo stesso uncinetto con quale avete lavorato il appello, nel mio caso  uncinetto da 4 mm.Tutta la visiera si lavora con il mezzo punto alto (mpa)
I.giro 26 mpa
II.giro  una catenella per girare , lavorate in ogni terzo mpa un aumento , quindi due mpa in ogni terzo punto, fino alla fine del primo giro da 26 mpa - totale 34 mpa, finite il giro lavorando due punti bassissimi nei primi due punto bassi del cappello ( i primi non lavorati, subito dopo l'ultimo mpa del primo giro)
III.giro  1 cat per girare, saltate il primo punto bassissimo , nel secondo punto bassisimo lavorate un mpa e in tutti mpa del giro precedente; finiamo il giro con un mpa lavorato nello stesso punto basso del cappello dove abbiamo lavorato l'ultimo mpa del primo giro della visiera (è più facile fare che dire, se vi concentrate un po' questa frase non vi sembrerà difficile), poi due punti bassissimi nel primo e secondo punto basso , non lavorato del cappello, cosi andiamo ad ancorare la visiera al cappello; avendo iniziato e finito il giro con un mpa, il totale dei mpa alla fine di questo giro è 36mpa
IV.giro  1 cat per girare, saltiamo i due punti bassissimi della fine del giro precedente e lavoriamo cosi: in ogni terzo mpa un aumento, ugualmente al II giro, solo che adesso abbiamo più mpa. Lavoriamo cosi tutti i mpa del giro precedente per un totale di 46 mpa. Alla fine del giro facciamo un mpa nel punto basso del cappello dove abbiamo lavorato il primo mpa della visiera e , certo, i due punti bassissimi nei due punti bassi non lavorati del cappello, abbaimo , quindi aggiunto un mpa in più - 47 mpa
V.giro 1 cat per girare, 1 mpa in ogni mpa del giro precedente, finiamo questo ultimo giro con un mezzo punto alto nel punto basso del cappello dove abbiamo lavorato l'ultimo mpa del primo giro della visiera ( oramai , spero vi siete abituate con questo mpa finale, che serve per ancorare la visiera al cappello) , poi due punti bassissimi  nei prossimi due punti bassi del cappello , non lavorati, potete fermarvi qui e tagliare il filo, però io vi consiglio di andare avanti con i punti bassissimi , tutto intorno al cappello e anche alla visiera , fino ad arrivare da dove siete partite. Questo giro di punti bassissimi stringe il cappello, quindi stiate attente, lavoratelo largo, soprattutto sulla visiera , se no , si sforma .
Ok, abbiamo finito, bellissima questa visiera, potete utilizzarla a qualsiasi altro modello e di cappello.
il video del punto strega per la sciarpa:
e quello del cappello: prima parte:
seconda parte





BUON UNCINETTO
oana

martedì 30 luglio 2013

come lavorare in cerchio a spirale con il punto basso

Questa tecnica di aumenti per la lavorazione in cerchio piatto, viene utilizzata moltissimo all'uncinetto, solo se pensiamo all' amigurumi , alla realizzazione di un cappello, ecc. Quindi ho pensato di farvi uno schema su come aumentare per arrivare a 72 punti bassi ( che più o meno è la misura giusta per la corona di un cappello da adulto, dipende dal filo e uncinetto, però), partendo , certo da 6 punti bassi, perché per qualsiasi lavoro all'uncinetto che si vuole iniziare in tondo con il punto basso , nel primo giro si lavorano 6 punti bassi, poi lo si può lavorare sia "a spirale", quindi lavorando direttamente nel primo punto del secondo giro e , certo , mettendo un marker nel ultimo punto lavorato del giro precedente o si può lavorare unendo il primo punto basso con l'ultimo del giro con un punto bassissimo. La prima tecnica viene utilizzata molto nell'amigurumi. Qualunque sia la vostra scelta, il modo di aumentare è uguale


I. giro    6 punti bassi intorno al cerchio magico
II.giro    2 punti bassi in ognuno dei 6 - 12 punti
III.giro   1 punto basso, un aumento , fino alla fine del giro- 18 punti
IV.giro   2 punti bassi, un aumento , fino alla fine del giro - 24 punti
V.giro    3 punti bassi, un aumento, fino alla fine del giro - 30 punti
VI. giro  4 punti bassi, un aumento, fino alla fine del giro - 36 punti
VII.giro  5 punti bassi, un aumento , fino alla fine del giro- 42 punti
VIII.giro 6 punti bassi, un aumento, fino alla fine del giro- 48 punti
IX.giro    7 punti bassi, un aumento, fino alla fine del giro - 54 punti
X.giro     8 punti bassi, un aumento, fino alla fine del giro - 60 punti
XI.giro    9 punti bassi, un aumento, fino alla fine del giro - 66 punti  per il cerchio del abito di peppa pig!
XII.giro 10 punti bassi, un aumento , fino alla fine del giro - 72 punti
si va avanti ugualmente se si vuole un cerchio più grande
si nota che in ogni giro , praticamente si aumenta sempre di 6 punti!

sabato 27 luglio 2013

bambolina amigurumi peppa pig

Care Uncinettine,

 Da un bel po' di tempo qua e la , ho avuto delle richieste per realizzare un tutorial sulla Peppa Pig amigurumi. Vi svelo il segreto perché non l'ho fatto prima : per me non era famosa affatto, non guardo cartoon, hahaha  quindi ahimè , che ignoranza, non la conoscevo. Ai miei tempi si guardavano i super classici e indimenticabili Tom &Jerry, Mikey Mouse ,Donald Duck (Paperino e i bellissimi scoiattolini Chip & Dale, ecc
Questo lunedi' , stavo pensando a fare qualche tutorial con un progetto amigurumi e nella mia mente c'erano due che da un po' volevo realizzare: una scimmietta o un gufo. Poi tutto ad un tratto , saltano fuori  quelle richieste per fare Peppa Pig. Quindi è stata una cosa tipo tra i due litiganti il terzo gode. Non conoscendo molto Peppa Pig, mi sono messa a guardare  dei cartoon, per farmi un immagine più chiara del progetto e poi mi sono messa all'opera. Cosi dopo due giorni caldissimi e ben sudati, è uscita fuori prima Peppa Pig, (nella foto in alto, a sinistra), quindi il prototipo. Confesso che a me quella forma della testa, cioè  tutta la faccia spostata su una sola guancia, non è che mi piaccia molto, allora ho deciso di fare nel tutorial la bambolina porcellina con tutto  al suo posto, quindi due guance (nella foto in basso a destra). Ciò che vi voglio dire è che voi potete fare quale variante vi piace di più, perché la forma della testa è uguale , l'unica modifica è semplicissima: spostate gli occhi su una sola guancia e mettete le orecchia sul lato , come nella foto sopra o di certo nella vera Peppa Pig,  sinceramente a me piace la seconda, perché è più reale , la prima cioè la più
vicina al originale a me sembra un mutante , non vi dovete arrabbiare con
me, vi dico solo la mia opinione. Se poveri bimbi vedono un maialino in realtà diranno che c'è qualcosa che non va perché non ha tutti e due gli occhi collocati su una sola guancia.
Mi piacerebbe sapere le vostre opinioni
Spero comunque vi piaccia il progetto
BUON LAVORO
Oana

martedì 23 luglio 2013

Basco -la coppola siciliana

Ecco , care uncinettine, la mia variante della coppola siciliana, mi piace molto com'è venuta. Ho letto su wikipedia che l'originale veniva fatto solitamente in tweed, io però mi sono permessa di creare la mia variante all'uncinetto, con il punto tunisino intrecciato . Mi piace molto cosi con il modello a losanghe e poi la verità è che questa l'ho fatta proprio per me, non penso sia solo per  uomo, nel senso , mi sembra un basco che, anche se nel passato veniva indossato solo dagli uomini, nei nostri giorni possiamo permetterci anche noi donne di indossare un cappello  un po' maschile, per una tenuta casuale, io dico , va benissimo. Comunque l'idea è che sarebbe un bellissimo regalo  e poi cosa può essere più bello di un pensiero lavorato con amore e fantasia proprio da noi stesse.
ditemi se vi piace, sono sempre contenta di leggere le vostre opinioni , perché , sinceramente monologare non è il massimo, hehehe

punto tunisino intrecciato, prima parte , ovvero entrelac crochet in inglese
e la seconda parte


vi sembra difficile, l'avete mai provato?
io , per adesso ho fatto solo due progetti , il basco e il borsellino, però posso dirvi che mi piace molto


e, certo , il basco
prima parte
e la seconda



buon lavoro uncinettine
oana