ad sense

mercoledì 23 ottobre 2013

Le misure per i cappelli all'uncinetto

Care uncinettine,

so che questo è un problema "esistenziale" per noi  uncinettine: le varie misure dei nostri progetti da indossare. Ogni volta quando mi metto a fare un progetto " da indossare " all'uncinetto , non so come arrangiarmi con le misure e per questo ho fatto un indagine sul web e ho trovato dei dati interessanti per noi tutte. Sicuramente , però , non sono dati da prendere ad litteram,  perché sapiamo tutte quanto siamo diversi uno dal altro. quindi anche nel nostro lavoro, come in quello dei sarti dobbiamo avere dei dati certi prima di iniziare un progetto grande di tipo maglione, cardigan, ecc Perciò io sono in una continua ricerca di parametri che possano darci un po' di sicurezza che i nostri prodotti sono adeguati almeno al età del possibile  cliente. Per gli adulti  il problema misure non è cosi difficile quanto per i bimbi,  ecco perché la mia ricerca su internet è iniziata proprio con questo tema. LE VARIE MISURE PER I BIMBI


Ecco a voi un elenco di misure per i cappelli : 

Nota: per eseguire un cappello di misura giusta ci vuole la circonferenza della testa

misure cca per  bambini: 

neonato                   47- 49 cm
bambino 1-2 anni     50- 52 cm
bambino grande        53- 54 cm
giovane                     55- 56 cm


misure cca  per adulti:

 54 - 55 cm        misura S (small)
56- 57 cm          misura M (medium)
58- 59 cm          misura L (large)
60 -61 cm          misura XL ( extra large)
62- 63 cm          misura XXL

sono questi i dati che io ho trovato più vicini alla realtà e anche più facile da gestire, certo che non possono essere esatti , però almeno un idea abbiamo e non giriamo nel buoi totale.


a presto
Oana


                                             BUON UNCINETTO!

martedì 8 ottobre 2013

scalda collo e cappello con il quadrato fiore

care uncienttine,
 visto che molte di voi mi avete chiesto dello scalda collo o del cappellino con il quadrato fiore o magari del fiore che ho fatto ispiratami sempre dallo stesso quadrato, ho pensato di mettere insieme il tutto in un articolino sul blog cosi posso indirizzarvi meglio a ciò che cercate:
ed ecco anche le foto dei due misteriosi progetti : lo scalda collo che io adoro e il cappellino


per ottenere degli spazi più piccoli tra i quadrati nel lavoro del cappello , nel ultimo giro del quadrato ho lavorato negli angoli solo 10 punti alti, invece di 5 + il picot da 5 cat + 5 punti alti e sul lato invece dello spazio da 5 catenelle , ho lavorato solo tre. Per unire negli angoli, lavorate 5 punti alti, fatte l'unione con un punto bassissimo, tra il quinto e il sesto punto alto del angolo con quale volete unire e continuate con altri 5 punti alti. poi sul lato lavorate una catenella, poi fate l'unione con un punto bassissimo e ancora una catenella per completare. Per questo cappellino ho messo insieme due giri da 6 quadrati ognuno, come si vede anche nell' immagine, tre sul davanti e tre indietro e poi il secondo giro sempre con 6. Poi per fare la corona del cappello e chiudere, fatte 4 o 5 giri di diminuzioni, il primo giro lo lavorate proprio sui quadrati , quindi lavorate 5 punti bassi, un punto basso in ogni punto alto della parte del angolo e un punto basso nello spazio di tre catenella sul lato, avrete 10 punti bassi +1 (5 pb+ 1 pb+ 5 pb) per un solo quadrato, quindi 11 punti bassi, che moltiplicati  per 6 (il numero di quadrati) abbiamo 66 pb. Da questo totale dovete nel prossimo giro lavorare 1 pb e una diminuzione(2 pb insieme), cosi arriverete a 44 pb. Nel terzo giro lavorate una diminuzione per ogni due punti, quindi 22 pb, a questo punto già potete cucire e chiudere cosi il cappello, ma se volete potete ancora giocare con le diminuzioni, per fare la corona più larga. Poi sul bordo con due colori messi insieme ho lavorato un giro di punto gambero, sapete già , il mio preferito per rifinire cappelli e non solo.
ecco anche i video la prima parte :


la seconda parte
e questo è il video dove vi faccio vedere i miei due progetti fatti con il quadrato 




poi per il fiocco di neve enorme che lo faccio vedere in questo video chiacchierino , c'è già il tutorial 
eccolo qua :


 per l'angelo di Natale trovate il video su youtube, nella play list Natale all'uncinetto


spero che adesso sono riuscita un po' a  chiarire la situazione, comunque se avete altre domande , sono qua o su youtube o nella mia mail

a presto
Oana

venerdì 4 ottobre 2013

come vendere i nostri oggetti all'uncinetto parte seconda

care uncinettine,
rieccomi con la storia delle vendite dei nostri oggetti all'uncinetto
Nel primo articolo sono riuscita a trattare le prime due modalità da me elencate e adesso voglio continuare.

3. La vendita su e-bay. Da quanto ne so io l' e -bay è se non il più grande , uno dei più grandi site di compra vendite on line sia per i privati , che per le persone giuridiche. Quindi sarebbe un bel posticino per provare, solo che c'è una cosa che ve la voglio dire: secondo me , meglio inserire degli annunci con la foto che sono gratuiti , almeno all'inzio, tanto per testare il terreno, che aprire un negozio on line , perché e-bay da anche questa possibilità , però contro una tassa da pagare. Adesso , quanto riguarda l'uso degli italiani dello shopping su e-bay, io dubito un po'. Lo shopping on line funziona benissimo negli Stati Uniti, non so il perché , ma secondo me , qua in Italia, siamo ancora lontani da un vero e proprio fenomeno di shopping on line ed è per questo che io vi consiglio di andare con "i piedi di piombo", in poche parole provare senza buttarsi . Perciò la conclusione sarebbe provate con degli annunci semplici. C'è , però un altro site di compra vendita on line , si chiama KIJIJI, www.kijiji.it .
Sinceramente , io quest'ultimo lo trovo più semplice e anche più facile da essere trovato, anche se da
quanto ho capito io è sempre un appendice di e -bay.


4.Parliamo adesso del blog personale o site personale. Un blog personale può essere una bella vetrina 
per i nostri oggetti, si può anche mettere il prezzo o scrivere di chiedere informazioni nella nostra e-mai. 


se abbiamo un negozio on-line su una delle piattaforme da me elencate nella prima parte del articolo,
si può condividere sul blog a sigla del negozio e cosi fare un collegamento tra i due (attenzione però 
a ciòche ho scritto nel primo articolo, maggior parte delle piattaforme hanno la sigla da copiare in formato 
HTML, però quando ci si clicca sopra , non si viene portato nel vostro negozio, come sarebbe logico, ma 
nella pagina principale della piattaforma, l'unico, almeno da me conosciuto e testato che indirizza 
direttamente nel negozio personale è ARTESANUM, quindi fate attenzione a questa cosa, perché cosi,
loro si fanno pubblicità tramite voi, ma non c'è doppio senso, cioè voi non riuscite a mandare i vostri 
potenziali clienti direttamente nel vostro negozio, ma nella home page della piattaforma, da dove un 
potenziale acquirente , magari non arriverà mai ne vostro negozio.) 
Un altro aspetto positivo è quello del indirizzo del blog, cioè , fatte dei bigliettini da visita e scrivete anche 
il nome del vostro blog, cosi , ogni volta che incontrate una persona che conoscete o che avete appena
conosciuto, trovate un momento nella discussione per dire due parole sul vostro hobby e cosi avete
l'opportunità di offrire un vostro bigliettino da visita, questo aspetto sottintende il fatto che voi DOVETE
AVERE SEMPRE I VOSTRI BIGLIETTINI DA VISITA CON A PORTATA DI MANO !!!

Un altro aspetto importante del blog e non solo ma di tutti i prodotti virtuali di vendità e pubblicità è come 
fare e postare le foto dei nostri pordotti, ma di questo argomento ne parlerò in un altro articolo.

Mi sa che con questo argomento ho esaurito i metodi virtuali della vendita, ci sono rimasti quelli reali quindi
i mercatini e i negozi di appoggio , tipo mercerie, negozi di regali e cosi via
per questi però ne faro una terza parte del articolo

a presto
oana