ad sense

mercoledì 26 novembre 2014

Foglie veneziane

Queste foglie sono bellissime e la loro utilità è versatile, si possono creare dei centrini , cucendo insieme più foglie, o dei fiori , vengono utilizzate anche per creare dei bellissimi progetti con il pizzo irlandese o con la tecnica del macramè rumeno. Si posso cucire per abbellire capi all'uncientto o dei semplici maglioni, cappelli , borse ecc
La fantasia è libera di creare tantissime belle cose partendo da queste foglie.


La foglia media

11 catenelle
I . 1 pb nella seconda catenella dal uncinetto , 1 pb in ognuna delle prossime 8 catenelle, 3 pb nell'ultima catenella; lavorando nella parte opposta nelle asole rimaste libere della catenella: 1 pb in ognuna delle 8 asole della catenella di base.
II. 2 catenelle, girare (lavorando solo nell'asola esterna del punto in ogni giro )saltare un punto basso , 1pb in ognuno dei prossimi 8 pb , 3 pb nel prossimo pb, 1 pb (scendendo sul lato posto) in ognuno dei prossimi 8 pb. ripetere 6 volte totali

La foglia piccola

9 catenelle
I. 1 pb nella seconda catenella dal uncinetto, 1 pb in ognuna delle 6 prossime catenelle, 3 pb nell'ultima catenella ; lavorando nella parte opposta , nelle asole rimaste libere della catenella di base: 1 pb , in ognuna delle 6 asole
II 2 catenelle, girare, (lavorando solo nell'asola esterna del punto in ogni giro ) saltare un punto basso, 1 pb in ognuno dei prossimi 6 pb, 3 pb nel prossimo pb, 1pb  (scendendo sul lato posto) in ognuno dei 6 pb . ripetere x 5 volte totali

La foglia grande

13 catenelle
I. 1 pb nella seconda catenella dal uncinetto, 1 pb in ognuna delle prossime 10 catenelle, 3 pb nell'ultima catenella; lavorando nella parte opposta nelle asole rimaste libere della catenella di base: 1 pb in ognuna delle 10 asole rimaste libere
II. 2 catenelle, girare, (lavorando solo nell'asola esterna del punto in ogni giro ) saltare un punto basso, 1 pb in ognuno dei prossimi 10 pb, 3 pb nel prossimo pb, 1 pb (scendendo sul lato opposto) in ognuno dei 10 pb . ripetere x 7 volte totali




il video della rosa d' iralnda



potete combinare le foglie con la rosa d'irlanda, otterrete un risultato magnifico per abbellire una borsa , un cappello, una sciarpa o stola , o per creare una collana, spilla ecc


con una foglia grande e due piccole cucite insieme , farete delle bellissime foglie di vite, lavorato con del cotone variegato nei colori dell'autunno saranno stupende in qualsiasi modo pesate di usarle


Buon Uncinetto !
Oana 



martedì 14 ottobre 2014

Il punto roccocò o punto avvolto o punto colonnine

Care uncinettine,


visto la sua immensa bellezza, ho pensato che questo punto si merita proprio un articolo sul mio blog. Io sono innamorata del punto colonnine, o avvolto o roccocò, da quando l'ho visto prima volta, anni fa. L'avevo trovato con delle spiegazioni in inglese, il suo nome in inglese è bullion stitch , è da allora che ci provo e ci provo per trovare delle modalità facili per lavorarlo e ne ho anche trovate , non una , ma ben tre. Poi ho anche fatto un disegno  proprio di quadrato con questo punto  e addirittura un maglioncino.

Quindi se credete che è difficile lavorare questo maglioncino , non è cosi , io ho fatto anche il video 

sia per il quadrato che per il maglioncino stesso 



ed ecco anche il video del maglioncino
prima parte



poi ho fatto anche dei fiori




invece in questo video spiego un'altra modalità della lavorazione di questo punto 



e per finire un altra modalità della sua lavorazione e un altro modello




quindi come vedete multiple sono le possibilità che offre questo punto , l'avete provato , vi è sembrato difficile, ditemi la vostra opinione

Buon uncinetto 
Oana

martedì 7 ottobre 2014

Gilet "gipsy"

 

Questo articolo si vuole solo un illustrazione di un mio progetto abbastanza vecchiotto , può essere però una bella idea per un vostro progetto futuro.

Vi ricordate il mio video dello zainetto tutto colorato ??? Noooooo, allora ecco qua il mio zainetto


quindi se non lo conoscete ,adesso avete capito.
ecco anche il video prima parte

Per lo zainetto ho fatto anche il video , l'idea mi era venuta avendo comprato della lana tinta in dei colori super forti, allora ho pensato cos'altro se non uno zainetto simpatico, ma visto che la lana avanzava e non poca dopo aver finito lo zainetto, mi sono detta " Un gilet super colorato ??? gipsy ???" perché no, detto e fatto

e la seconda parte del video 





 Sinceramente ho iniziato il tutto con le mattonelle, volevo provarle quindi ho cominciato a farne un bel po' e poi mi è venuta l'idea del gilet, quindi ho unito le mattonelle con il punto basso, cosi da formare una striscia e poi con il mezzo punto alto ho cominciato a lavorare lungo questa striscia che certo aveva la circonferenza del mio corpo. Poi un po di fantasia , ho cambiato i colori , ho messo anche un modello tanto per " caricarlo" un po' di più tanto era gipsy e via, fino ad arrivare sotto il braccio . Mi sono fermata e ho iniziato a lavorar ela parte davanti destra , con delle diminuzioni per creare la forma dell'apertura per la mano e anche un po' di diminuzioni per la scolatura , fino ad arrivare sulla spalla, a questo punto ho tagliato il filo e ho fatto esattamente la stessa cosa per la parte davanti sinistra, ovvio che "a specchio", no? Per l'indietro invece ho lavorato insieme e ho fatto tutte le diminuzioni da un lato e l'altro per le aperture mani, uguali a quelle davanti, anche questo aspetto è ovvio, devono essere uguali. Quindi , praticamente la parte difficile è dare la forma alla prima apertura mano, poi si ripete , per la seconda e per l'indietro.
Poi ho lavorato tutto intorno al davanti per il collo sciallato , sul indietro ho fatto degli aumenti , solo sulla parte indietro al collo, si fanno aumenti in ogni secondo punto , in ogni secondo giro .


Questa però
è solo un idea, non sono le istruzioni, è stata una mia creazione spontanea , però spero che sia un'idea anche per voi, importante è osare , il risultato non si lascerà aspettato.
Mi scordavo di dirvi una cosa importantissima , come vedete in questa immagine , ho fatto anche delle tasche, io adoro le tasche , mi sembrano cosi comode . Ho lavorato il modello del quadrato , solo che invece di quadrato ho fatto triangoli, due , normale e poi li ho cuciti,.


questo è il video della mattonella da me impegnata per il progetto gilet "Gipsy" 


Buon lavoro a tutti !
alla prossima idea uncinettosa
Oana 




lunedì 29 settembre 2014

cardigan "Colomba"- seconda parte

Care uncinettine,



eccomi qua con la parte seconda del  mio cardigan "Colomba"









Avevo già fatto la divisione del corpo , quindi avevo un totale di 146 punti e quindi sono andata avanti mantenendo lo stesso numero di punti per 11 giri ancora.

giro 12  ho lavorato sempre mezzi punti alti e ho fatto 6 aumenti a caso , per arrivare al primo numero divisibile con 8 che nel mio caso era 152, quindi anche se non avete lo stesso numero di punti dal vostro numero ( nel caso è già divisibile con 8 allora non dovete fare degli aumenti ) dovete arrivare al primo numero divisibile con 8, per il  punto losanghe nel quadrato di cui vi lascio il video qui sotto

per i prossimi due giri , quindi 13-14 ho lavorato il punto losanghe nel quadrato.
giro 15 ho lavorato tutti i punti come venivano per arrivare di nuovo a 152 mezzi punti alti : un mezzo punto alto nel primo punto altissimo, tre mezzi punti alti nello spazio da tre catenelle , un mezzo punto alto nel punto basso e infine tre mezzi punti bassi nelle tre catenelle.







giro 16 - 17 ( qua potete aggiungere dei giri fino ad arrivare nel giro vita , con lo stesso numero di punti )
giro 18 - 19 ho lavorato sempre dei mezzi punti alti , aumentando 56 volte, 28 volte nel primo giro e altre 28 volte nel secondo, certo che anche qua potete aumentare di meno se voi volete , comunque di nuovo il numero deve essere divisibile con 8. Io alla fine di questi due giri avevo 208 mezzi punti alti

giro 20 - 21 ho lavorato il punto losanghe nei quadrati

giro 22- 34 ho lavorato mezzi punti bassi mantenendo il numero totale di 208 ( nel giro 22 , il primo dopo il modello ho lavorato come nel giro 15 ) anche qua potete andare avanti per la lunghezza da voi desiderata.






giro 35 ho lavorato dei punti a v , quindi : un punto alto, *saltare due punti di base , nel terzo lavorare un punto alto una catenella , un punto alto * ripetere dal asterisco , finire il giro con un punto alto
giro 36: uguale: un punto alto , in ogni punto a v si lavora un punto a v, si finisce con un punto alto
giro 37: un punto alto , * nel punto a v si lavorano tre punti alti , saltare nel prossimo punto a v e lavorare tre punti alti, * ripetere  fino alla fine del giro , un punto alto
giro 38: un punto alto, *lavorare insieme i tre punti alti : quindi si lavorano tre punti alti nei tre punti alti del giro precedente , che chiudiamo insieme, poi facciamo tre catenelle * ripetere fino alla fine del giro , ultimo punto alto
giro 39 : un punto alto, * nello spazio da tre catenelle si lavora un punto basso , un punto alto con picot, un punto basso, punto bassissimo in cima ai tre punti alti lavorati insieme del giro precedente* ripetere , finire il giro con un punto alto.








Per il bordino intorno lavorare dei mezzi punti alti, intorno ai punti alti , lavorare due mezzi punti alti , intorno ai mezzi punti alti , lavorare un mezzo punto alto, sui punti  di aumenti del cardigan , intorno al collo , quindi i quattro punti dove abbiamo fatto  gli aumenti " artistici" , adesso facciamo 4 diminuzioni. Lavoriamo un totale di 4 giri cosi. Nel secondo giro fatte le asole per i bottoni, quindi dove pensate di mettere l'asola, invece di mezzo punto alto , fatte catenelle, sulla parte destar del maglione, poi cucite i bottoni sulla parte sinistra del cardigan.

Maniche




lavorare tutto intorno i 50 punti rimasti dalla divisione più ancora tre mezzi punti alti sulle tre catenelle, sotto il braccio, adesso nelle catenelle devono essere già dalla parte del corpo lavorati i tre mezzi punti alti, quindi alla base di essi lavorate tre mezzi punti alti . Quindi un totale di 53 mezzi punti alti. Si continua cosi per 10 - 12 giri, poi se la manica è troppo larga , in ogni trezo giro si inizia e finisc il giro con una diminuzione, fino a raggiungere la larghezza giusta del polso, si va avanti per la lunghezza desiderata , poi per finire si ripetono i giri del corpo dal 35- 39 , quindi dal primo giro con i punti a V, fino al ultimo con i picot.

Buon Lavoro!
Oana


mercoledì 24 settembre 2014

Gilet facilissimo

care uncinettine,

anche se questo gilet , l'avevo fatto proprio subito dopo aver fatto il video del meraviglioso punto diamante , l'ho tenuto un po' per me, ma solo perché mi sembrava davvero troppo esagerato farvi vedere un gilet, poi oltretutto abbinato ad un cappellino cloche, in piena estate .............siete d'accordo?????????????????


Per il cappellino penso di fare il video , ma lascio a voi la scelta, se lo volete , allora scrivetemi sotto l'articolo, a me , certo piace moltissimo com'è venuto, ma ..........mi sembra normale l'ho creato io, sono davvero curiosa però di sapere la vostra opinione.


Ecco anche il video , cosi non dovete più cercarlo




Fare il gilet è troppo semplice, avete bisogno di 3 rettangoli. Uno grande per l'indietro e due più piccoli per il davanti . Ecco le misure dei miei 3 rettangoli: 56 cm larghezza per il rettangolo indietro, 20 cm di larghezza per il rettangolo d'avanti ( abbiamo bisogno di due uguali), la lunghezza è uguale per tutti - 54 cm. Queste misure però sono mie, voi dovete misurarvi da una spalla al altra , al totale aggiungete ancora 4 cm - ecco la misura del vostro rettangolo principale, potete iniziare adesso ad avviare le catenelle per arrivare alla misura giusta certo tenendo conto anche del multiplo del punto diamante . 

Una volta finito l'indietro , misuratevi l'apertura collo, quindi da una parte all'altra del collo sul davanti , poi detraete dalla misura delle spalle questa ultima misura , cosi ottenete il totale della misura per il davanti che dovete dividere per due, ok vi faccio l'esempio del mio gilet: 

l'indietro 56 cm 
collo : 18 cm
56-18 = 38
38 :2 = 19 
19 cm è la misura per le catenelle da avviare per i rettangoli davanti, quindi dovete fare due della stessa misura , io ne ho fatto due di 19 cm, va bene se avete un cm in più non è un crimine certo.
 Finiti i due rettangoli davanti dobbiamo cucirli al indietro, sulle due parti in lunghezza, lasciando spazio per le maniche ( mani) , poi cuciamo anche per unire sulle spalle da un lato e l'altro, ok possiamo dire di aver finito il nostro gilet.

Abbelliamolo con un bel collo sciallato . Iniziando dal angolo di uno dei rettangoli davanti andiamo a lavorare dei punti alti tutto intorno, quando arriviamo sul collo indietro facciamo degli aumenti , cca un aumento in ogni terzo punto, e poi scendiamo sulla parte opposta del davanti, alla fine del giro , torniamo indietro e facciamo sempre gli aumenti sulla parte indietro del collo ( che non diventi troppo riccio) Fate un totale di 4 - 5 giri di punti alti. Poi la stessa cosa sul bordo inferiore e le maniche . Ok , abbiamo finito il nostro gilet, come vi sembra ????


upsss mi sono scordata di dirvi per le asole io ho fatto nel bordino anello da 6 catenelle chiuse e poi cucito , ne ho messe cosi tre e poi i bottoni sono grandi di legno....adoro i bottoni di legno colore naturale.

Buon uncinetto e non scordatevi di dirmi se volete il video del cappello!

Oana 

martedì 16 settembre 2014

Cardigan "Colomba" prima parte- lo sprone

         Cardigan " Colomba "
                            modello scritto e disegnato da Oana Oros Bonacorsi

come promesso eccomi qua a darvi delle "dritte" su come lavorare questo cardigan. la struttura è piuttosto semplice, come già avete capito dalle foto.  Partendo dalla premessa che a me non piacciono le istruzioni scritte tradizionali, con misure , tensione del campione, cifre e poi altre cifre e formule , vi voglio spiegare un altra modalità -  la mia e vi dico che io ho imparato da sola a fare dei capi di abbigliamento in questo modo e mi vengono sempre bene, quindi fidatevi è semplice.



Prima di tutto vi elenco qua le misure più importanti per fare un capo all'uncinetto per un altra persona che magari non sarà con noi man mano che lavoro cresce: 


1. collo indietro , la linea che unisce i punti più sporgenti delle due spalle; 
2. dal punto più sporgente della spalla fino al apertura del braccio, detto in termini sartoriali livello
    ascellare, sottobraccio ( molto importante per la divisione maniche, copro)
3. circonferenza seno
4. circonferenza vita
5. circonferenza bacino


Io ho utilizzato filato DROPS alpaca e baby alpaca silk, che a me , sinceramente piacciono moltissimo, sono morbidi e danno un che di raffinatezza ai capi e ho lavorato con uncinetto da 4 mm, però questo non vuol dire che voi non potete lavorarlo con qualsiasi tipo di filato e uncinetto.

Il cardigan è stato lavorato top down, quindi sono partita da su dal collo. Per avere una perfetta partenza, visto che è la parte più importante per poi avere un buon risultato con l'intero sviluppo della taglia , vi dico la formula magica che io uso:
 - misuratevi l'indietro del collo , quindi da una spalla all' altra potete misurare più largo perché dobbiamo lasciare posto per lo scollo che va fatto dopo aver finito il cardigan, potete benissimo misurare anche un vostro cardigan che vi piace di più come vi viene. La mia misurazione è di 22 cm che potrebbe andare per un una taglia media . Una volta ottenuta questa misura passiamo al passo successivo;
- avviate una catenella di questa misura , non troppo lenta e ne troppo stretta , non tirate mentre misurate deve stare normalmente . Certo che avete anche contato il numero di catenelle lavorate , se non sono un multiplo da 3 allora aggiungete una, due in più o quante vi servono per arrivare ad un numero multiplo da tre. Io ho avuto 32 , quindi ne ho eliminate 2 e sono rimasta con 30 , quindi potete anche eliminare due o tre catenelle, questo non danneggerà , state tranquille. Passiamo al passo successivo :
-  dividete per tre il numero totale, 30 : 3 = 10, ecco ottenuto il numero per la manica, quindi un terzo del numero per l'indietro , è il numero per una manica , ok ma noi abbiamo due di maniche quindi 10 + 10 = 20 , questo è il numero di catenelle che io ho aggiunto alle mie 30 , già avviate, quindi ce ne sono 50 catenelle, però magari voi avrete di più o di meno , l'idea è di capire bene il meccanismo .
Non abbiamo finito, perché ci vogliono ancora 4 catenelle in più per i 4 punti dove faremo gli aumenti; quindi aggiungete anche queste 4 catenelle, poi per le due parti del davanti che verrà sviluppato andando avanti con il lavoro per ottenere lo scollo, aggiungete ancora due catenelle, io avevo in totale 56 catenelle di partenza, pronte?????
Bene, fatto , possiamo iniziare lo sprone , la parte più importante della lavorazione top down.

  Per ottenere il collo come l'ho fatto io, (guardate la foto dettaglio sotto  )dobbiamo iniziare e finire ogni riga con un aumento dalla prima riga fino ad arrivare al numero di punti uguale a quello del indietro.  


Tutto il cardigan , tranne i modelli , è stato lavorato con il mezzo punto alto. Iniziamo a lavorare un aumento nella prima catenella ( per lo sviluppo dello scollo davanti), poi nella prossima catenella lavoriamo cosi: un mezzo punto alto, una catenella, un mezzo punto alto ( questo è stato il primo aumento dei quattro che dobbiamo lavorare sui quattro punti tra la manica e l'indietro e l'indietro e la seconda manica) , cosi abbiamo lavorato un punto per il davanti e abbiamo aggiunto un punto alla manica , dal secondo giro in poi questi aumenti si lavoreranno sempre nella catenella ; continuiamo con dieci mezzi punti alti nelle prossime 10 catenelle e poi nella prossima catenella facciamo il secondo aumento proprio come abbiamo lavorato prima ( ne dobbiamo avere quattro, vi ricordate che abbiamo aggiunto 4 catenelle in più per gli aumenti ) ; poi continuiamo con l'indietro quindi nel mio caso 30 mezzi punti alti, nella prossima catenella un altro aumento, poi dieci mezzi punti alti per la seconda manica , nel ultimo punto dei quattro , finalmente siamo arrivate ad esso, facciamo l'ultimo aumento artistico, perché adesso ci è rimasta una catenella , quella delle due che abbiamo aggiunto per il davanti e l'ultima della riga , quindi in essa lavoriamo due mezzi punti alti.
 Ok , riassumendo , dobbiamo avere 4 aumenti artistici ( io li chiamo cosi : mezzo punto alto , una catenella , mezzo punto alto) le linee di aumenti tra le maniche e indietro e davanti, che voi vedete nella foto da un lato e altro del davanti e poi i due aumenti di inizio e fine riga , per lo scollo , quelli sono aumenti semplici , quindi due mezzi punti alti nel primissimo punto al inizio riga e nel ultimissimo alla fine riga. Per tenere traccia dei vostri aumenti , prendete un foglio di carta e scrivete in ogni giro quanti punti avete per  il davanti , che sarà per due, perché abbiamo due parti, per le maniche , ovvio anche esso sarà per due e infine per l'indietro. Andando avanti cosi noi aumentiamo in ogni giro :

davanti : 2 (risultati dal primo aumento ) + 1 (risultato dal aumento artistico) = 3 punti
manica: 1 (primo aumento artistico) + 10 + 1 (secondo aumento artistico) = 12 punti 
indietro : 1 ( secondo aumento artistico) + 30 + 1 terzo aumento artistico) = 32 punti
manica : 1 ( terzo aumento artistico) + 10 + 1 ( quarto aumento artistico) = 12 punti
davanti : 1 ( quarto aumento artistico) + 2 ( l'aumento effettuato nel ultimo punto ) = 3 punti
alla fine del primo giro io avevo 62 punti
per ogni parte del cardigan quindi indietro, manica x 2 e davanti x 2 , aggiungiamo in questo modo due punti in ogni giro, visto che abbiamo 5 parti avremo sempre 10 punti in più
con ogni aumento artistico noi aggiungiamo un punto da una parte e un altro dalla parte successiva, esempio: davanti , manica, manica indietro, indietro manica e manica davanti
esempio : II giro
davanti 3+ 2 ( risultati dagli aumenti) = 5
manica 12 + 2 ( un punto aggiunto nel primo aumento artistico e il secondo aggiunto nel secondo aumento artistico) = 14
indietro 32 + 2 = 34
manica 12 + 2 = 14
davanti 3 + 2 = 5
totale punti 72

Ho continuato cosi per ancora 8 giri, quindi con gli stessi 10 punti aggiunti  in ogni giro sono arrivata ad avere 152 punti nel X giro divisi cosi
davanti 21; manica 30; indietro 50; manica 30; davanti 21

occupiamoci adesso del davanti , quindi dello scollo, nel decimo giro io ho un totale di 42 punti per il davanti e 50 punti per l'indietro, con una differenza di 8 punti , dicevo all'inizio che devo arrivare allo stesso numero di punti per il davanti e indietro, quindi e proprio ciò che voglio fare nei prossimi tre giri, certo che io vi descrivo qua i miei conteggi , ma ciò vale anche per un altro numero di punti, dipende da voi se volete lo scollo come il mio o lo volete ancora più aperto, nel secondo dei casi , dovete continuare ugualmente con gli aumenti finché avrete raggiunto un numero uguale per il totale dei due " davanti" e l'indietro.

ecco come ho fatto io:

dal XI giro per i due aumenti di bordo , quindi l'aumento nel primo punto ( non artistico) e l'aumento nel ultimo punto ( sempre non artistico) invece di due punti in uno, ne ho lavorati tre, sia nel primo punto che nel ultimo:

XI giro
davanti : 24 x 2 ( da 21 aggiungendo ancora tre punti , invece di due ), totale 48 punti
indietro : 52
maniche: 32 x 2

XII giro 
davanti 27 x 2 ( sempre con lo stesso procedimento) , totale 54
indietro: 54
maniche: 34 x 2
yupiiiiiiiiiiiiiiiii sono arrivata finalmente allo stesso numero di punti tra indietro e la somma delle due parti del davanti, ciò che vuol dire che dal prossimo giro non devo più fare gli aumenti del inizio e fine giro.

Dal XIII giro vado avanti solo con i quattro aumenti artistici . Continuo a lavorarli in ogni giro finché arrivo con la manica fino alla spalla,  da ora in poi lavoro gli aumenti in ogni secondo giro. Qua praticamente siete voi a decidere  come lavorare gli aumenti , potete lavorarli in ogni secondo , ogni terzo, dipende se il vostro cardigan a che misura è arrivato, io ho lavorato per ancora 13 giri ( fino alla divisione maniche dal corpo) gli aumenti in ogni secondo giro. Poi ho fatto la divisione tra il copro e le maniche , ma anche qua dipende da voi, se siete più alte e piuttosto magre, allora sicuramente dovete andare avanti più giri fino alla divisione e magari aumentare in ogni terzo o quarto giro, se , invece siete più pienotte e alte allora di nuovo dovete lavorare dei giri in più fino ad arrivare all'  altezza del sotto braccio ( per la divisione), importante è misurarlo sempre e provarlo su di voi;  se lavorate per un altra persona e non potete misurare allora dovete prendere le misure prima cosi sapete quanto dovete lavorare ancora prima della divisione e quanto dovete aumentare ancora .

Ok nel ultimo giro prima della divisione , quindi il giro 26, avevo un totale di 240 punti di cui: 70 indietro, 70 davanti ( parte destra e sinistra insieme), maniche 50 x 2

Per la divisione ho lavorato i 35 punti davanti poi con 3 catenelle sono saltata sul indietro lavorando i 70 punti , altre 3 catenelle e poi la seconda parte del davanti quindi ancora 35 punti.
Facendo un calcolo piccolo vale a dire che io per il corpo ho 146 punti, 70 indietro , 70 davanti e 6 dalle tre e tre catenelle sotto i due bracci .
 Anche qua , certo voi potete avere di più o di meno , io vi scrivo ciò che ho fatto io per farvi avare un modello, poi lo sviluppo del vostro cardigan sarà adattato alle vostre richieste.

Mi fermo qua con la prima parte della descrizione, siamo già arrivate ad un buon punto, nella seconda  parte vi spiego come ho fatto con i modelli e gli aumenti per la circonferenza bacino e poi le maniche , con le diminuzioni.

Buon lavoro

Oana 






lunedì 15 settembre 2014

cardigan "Colomba" - finito

care uncinettine,

se mi seguite anche su facebook ,allora saprete già della mia foto con il piccione che mi è entrato dalla finestra e si è appoggiato proprio comodo sul mio cardigan " in lavoro", allora vi voglio dire che finalmente l'ho finito, non ho scritto ancora le istruzioni , ma ci saranno , qua sul blog, quindi non vi preoccupate se volete farlo ci sarà modo, fin'ora però ve lo voglio fare vedere ,anche perché ho utilizzato il punto " losanghe nei quadrati che a me piace moltissimo.
Ecco le foto





fino a darvi la descrizione , vi posso dire che ho utilizzato del filato DROPS alpaca e baby alpaca silk, due filati che io adoro, poi ho aggiunto un altro tipo di filato visto che il DROPS scarseggiava e non avevo pazienza aspettare un nuovo ordine,  ciò che mi sembra normale, lo volevo indossare .........ahaha, quindi in tutto avrete bisogno di cca 400 g di filato da lavorare con uncinetto da 4 mm, però potete scegliere anche del filato più sottile o grosso , perché io le istruzioni non le faccio classico con tutta la tabella di misure e la tensione, mi sembra troppo noioso e anche un po' impossibile, troppa perdita di tempo per trovare la tensione con quale a lavorato la designer, io vi spiegherò il modo in quale voi potete trasformarlo in qualsiasi misura volete , visto che si tratta di fatto a mano e non di grande industria.



spero vi piaccia, posso dirvi che l'ho iniziato in agosto , quando ero in ferie , però l'ho finito una settimana fa, pazienza .................


buon uncinetto !
Oana 


mercoledì 23 luglio 2014

completo maglia & sciarpa "Primavera"

Completo maglia & sciarpa "Primavera"

 scritto da Oana Oros Bonacorsi

Vi presento una mia creazione più vecchia che si realizza facilmente e si può  sviluppare in qualsiasi misura data la peculiarità dello "sprone"
 Io ho usato 300 g per la maglia e 100 g per la sciarpa, filato misto cotone e acrilico, lavorato con uncinetto da 4 mm.


     Ho  realizzato il maglione partendo da una fascia lavorata verticalmente e messa orizzontalmente intorno al collo  per creare lo sprone, per poi lavorare il corpo e le maniche da una parte e dall'altra il girocollo , ovvio, aggiustarlo  con qualche giro di diminuzioni, dovevo scegliere appunto il modello per la fascia , eccolo qua



ok , quindi avete capito quanto è semplice.

passiamo al sodo




Come prendere le misure

Iniziamo a lavorare uno "scialle " con questo punto lungo la circonferenza del vostro giro collo. Il primo passo è misurarvi o misurare la persona per quale volete lavorare , intorno al collo, praticamente misurate il davanti da metà spalla a metà spalla (più al interno fissate il punto della spalla più stretto sarà il girocollo) e moltiplicatelo per due, ecco avete la lunghezza della vostra "sciarpa" che terrà il posto dello sprone.

Per il modello della sciarpa:



 lavorare in larghezza solo una striscia di catenelle intrecciate
i gruppi di punti alti saranno due , ognuno da 4 punti alti e la catenella è di 7 
iniziate con due giri di catenelle senza intrecciarle, continuate con i quattro giri di catenelle intrecciate come nel modello, alla fine fate due giri di due catenelle intrecciandole con i due giri iniziali di catenelle, proprio come se fossero lavorate nel modello cosi avete anche chiuso la striscia, misuratela intorno al collo se va bene cucite da una parte e dall'altra i due gruppi da 4 punti alti finali e iniziali.

dettaglio sprone





La maglia si lavora con una variante di punto conchiglia :




Iniziamo con il modello di conchiglie per il corpo e maniche insieme, negli spazi da tre catenelle lavoriamo conchiglie , tra gli spazi , intorno ad ogni punto alto lavoriamo punti alti che dal secondo giro diventano punti alti in rilievo davanti.
I giro : Inserite l'uncinetto in uno degli spazi da tre catenelle che "costeggiano" la striscia e lavorate una conchiglia con 5 punti alti, intorno al prossimo  punto alto (senza le tre catenelle) lavorate un punto alto , ripetete tutto intorno alla vostra striscia, finiamo con un punto alto e un punto bassissimo nel primo punto alto lavorato della prima conchiglia.
II giro : punto bassissimo nel primo e secondo punto alto della conchiglia, nel terzo punto alto lavorate 5 punti alti (un altra conchiglia) ; intorno al punto alto solitario lavorate un punto alto in rilievo davanti (in questo e tutti i giri ), saltate nel terzo punto alto della seconda conchiglia e lavorate 5 punti alti , intorno al  punto alto lavorate un punto alto in rilievo davanti

si continua cosi in lunghezza fino ad arrivare con l'intero progetto (non abbiamo ancora diviso corpo dalle maniche) alla misura giusta per la divisione del copro dalle maniche. 

Questo passo è molto importante in qualsiasi tipo di lavorazione di maglioni, cardigan ecc iniziati dal collo con la lavorazione delle maniche e corpo insieme , quindi senza cuciture. Non vogliamo avere un maglione che sia troppo stretto sotto il braccio, quindi vi  consiglio meglio un po più largo che troppo stretto.
Misuratevi dal punto più sporgente della spalla fino sotto il braccio, lasciamo sui 3 cm cca dal sotto braccio, per stare sul comodo e poi potete anche "indossarlo" e vedere come sta se siete già arrivate al punto giusto.

prima però di dividere vi devo dire un altra cosa importantissima
se dovete farlo più largo allora ci sono tre possibilità per aumentare
la conchiglia: lavorate 2  punti alti , 2 cat, 2 punti alti, di seguito tre punti alti 2 cat, 3 punti alti, 4 punti alti , 3 cat , 4 punti alti e cosi via, non fate però più di 3 catenelle come spazio al interno della conchiglia ;
tra la conchiglia e punto alto in rilievo lavorate cosi la conchiglia , una catenella , il punto alto in rilievo e un'altra catenella, poi di nuovo la conchiglia e cosi via tutto intorno - io ho optato per questo tipo di aumento e per me è bastato - non fatte più di una catenella , comunque ;

applicando uno o tutti questi aumenti sicuramente arriverete alla larghezza giusta , ve ne siete accorte che praticamente il numero di conchiglie e certo punti alti tra di loro rimane uguale? se no, vi dico io che è cosi.

Divisione del copro dalle maniche

Per fare una corretta divisione dobbiamo pensare cosi :
quante conchiglie abbiamo 
dividiamo con 3 , anche se non viene un numero uguale nessun problema cca un terzo e il davanti , lo stesso numero anche per l'indietro e la terza parte la dividete in modo uguale tra le maniche
quindi se non è uguale, mettete un po' di più o alle maniche o al corpo, importante avere lo stesso numero per il davanti e indietro e certo per le maniche.

es. io avevo 32 conchiglie totali , ho diviso cosi
10 - davanti
10 - indietro
12 - per le maniche, quindi : 6 per una manica e 6 per l'altra

cero che l'ideale sarebbe iun numero divisibile con 3 , faccio un esempio
60 : 3 =20
20 - davanti
20 - indietro
20 - le maniche ( 10 e 10 )

adesso iniziamo la divisione lavoriamo il numero di conchiglie che abbiamo deciso per il davanti, poi dobbiamo"saltare" la manica - il numero di conchiglie da lasciare per una manica (6  nel mio caso), però dobbiamo lavorare qualche catenella per il sotto braccio, visto che abbiamo un modello da seguire , questo numero deve essere 7, quindi lavorate minimo 7 catenelle (dovrebbero bastare per qualsiasi misura, se no, dovete aggiungere ancora 7, cioé avrete 14 catenelle ), poi saltando le 6 conchiglie , lavorate l'indietro  come segue il modello, lavorate ancora 7 catenelle (o il numero che avete deciso ) e punto bassissimo nel primo punto lavorato per finire il giro.

ok, abbiamo fatto il  passo più difficile ed importante della nostra maglia
se questo passo è stato fatto bene, allora niente vi può più fermare nel finire la vostra maglia

Iniziamo a lavorare il copro

I giro , cominciamo a lavorare il modello come viene, poi sulle 7 catenelle lavoriamo cosi : saltiamo tre catenelle , lavoriamo la conchiglia (dipende com'è la vostra , se l'avete aumentata o meno) , saltiamo altre tre catenelle e lavoriamo il prossimo punto alto in rilievo davanti, poi proseguiamo con il modello
dal secondo giro si ripete per la lunghezza desiderata


Le maniche

iniziamo a lavorare nella prima conchiglia delle 6 (nel mio caso), poi arrivate alle sette catenelle lavoriamo uguale al corpo, attente però a non fare un buco troppo grande, praticamente la conchiglia la lavoriamo nella stesa catenella dove abbiamo lavorato quella del sotto braccio, quindi prendete con l'uncinetto un asola del punto alto di mezzo della conchiglia già lavorata, se rimane troppo spazio lavorate nei punti alti in rilievo dei punti alti in rilievo, proprio come chiede il modello.
continuate a lavorare in tondo fino alla lunghezza desiderata, poi fatte ugualmente anche la seconda manica

Il giro collo
praticamente abbiamo finito la nostra maglia, adesso dobbiamo solo lavorare il giro collo, per dare la forma desiderata

I giro : entrate con l'uncinetto in uno degli archetti da 3 catenelle e lavorate 5 punti bassi, saltate direttamente nel prossimo archetto e lavorate ugualmente, continuate cosi fino alla fine del giro , con un punto bassissimo nel primo punto basso lavorato , chiudete il giro.

Se basta cosi per voi, allora potete tagliare il filo e cucire la codina rimasta
se no procedete cosi: 
II giro :  una catenella , un punto bassissimo nel secondo punto basso del primo archetto, nel terzo lavorate un punto basso tre catenelle, saltate nel prossimo archetto nel terzo punto basso e continuate cosi fino alla fine del giro

III giro : lavorate tre punti bassi in ogni archetto creato nel secondo giro, cosi avete ottenuto un giro collo più stretto.

Buon Uncinetto !












giovedì 17 luglio 2014

WIGGLY CROCHET oppure tecnica ondeggiata all'uncinetto

Care uncinettine


finalmente ho fatto anche il video di questa bellissima tecnica che si chiama : wiggly crochet.


     Sicuramente molte di voi avete già visto su web dei cuscini, presine ecc, lavorate in questa tecnica.
   Ecco a voi i grafici del video, potete studiarlo per bene e capire con facilità come dover andare avanti se volete realizzare dei quadrati più grandi:

grafico 1

grafico 2



Per realizzare il filet, come già spiegato nel video avete bisogno di un multiplo di 3 più 6 catenelle. Per la maggior parte di modelli da "disegnare " sul filet , è meglio fare un numero dispari di caselle, nel mio esempio ce ne sono 9.
   Parlando del grafico due e continuando il lavoro iniziato nel video tutorial , ecco come sta venendo, certo che se avessimo un quadrato base "filet" come più di  9 caselle su un lato, allora anche le nostre losanghe , potrei dire concentriche sarebbero di più, immaginate un po' una coperta, perché adesso vedrete che io ho trasformato questo quadrato in un campione di modello per una stupenda coperta:
foto 1

foto 2
finito il bordino della losanga nr 2 e l'ultima


foto 3
con il bordino viola, come spiegato nel video


foto 4
dopo aver lavorato anche le parti laterali con il rosa, oblico sui 4 angoli, mi sono messa a lavorare il bordino finale della copertina "campioncino" : si lavora nell ultimo giro (viola) in questo modo: nello spazio da 2 cat lavoriamo 1 mezzo punt alto, due punti alti e ancora un mezzo punto alto ; nel punto alto lavoriamo un punto bassissimo, poi negli angoli lavoriamo un mezzo punto alto, 5 punti alti e un altro mezzo punto alto, si continua cosi per tutto il bordino, certo il mio è piccolo quello di una copertina anche da culla sarebbe molto più grande, no?

foto 5
finito il bordino, però c'è ancora qualcosa da fare..........


foto 6
 un cordino da mettere tutto intorno , solo catenelle, con due dei colori impiegati nel lavoro

foto 7 
ed ecco il risultato finale , vero che è carino, immaginatela più grande....una meraviglia


volete vedere anche l'altro modello finito ? eccolo, io questo lo vedo benissimo come sciarpa


Piaciuto il wiggly crochet?

a me si,è molto divertente e per niente difficile


Buon Lavoro uncinettine e alla prossima !
Oana 












mercoledì 11 giugno 2014

Gioielli all'uncinetto con perline & catenelle

Care uncinettine,




vi voglio parlare un po' di questa meravigliosa tecnica per creare dei gioielli all'uncinetto. Perché meravigliosa?
- abbiamo bisogno solo del punto catenella
- lavoriamo con un uncinetto di misura grande (4,5 - 5 mm), quindi non ci stanchiamo la vista
-utilizziamo filati e perline di recupero, le perline possono essere anche dalle collane vecchie da tempo dimenticate in qualche cassetto, filati , tutte le rimanenze di cotone , filati lucidi, lurex, filati dorati, lino e per delle collane invernali, lana, angora, mohair ecc in un piccolissimo quantitativo, quindi avanzi 
- la facilità della tecnica: si infilano le perline su un filo sottile , si mettono insieme tutti i filati che desideriamo utilizzare per il gioiello e procediamo con delle catenelle, lavorando le perline come vengono, magari lasciando spazi da una catenella o due senza perlina o lavorando una perlina o gruppi di perline in ogni catenella, per avere una collana più ricca.
Allora vi ho convinto?
io spero di si, finora io, ho fatto solo delle collane e  cordine per gli occhiali, adesso penso di provare anche degli orecchini e soprattutto , bracciali 



Buon Lavoro perlinoso !
Oana


venerdì 9 maggio 2014

Poncho con il fiore nel quadrato


  Care uncinettine,


Prima di leggere questo post guardate per bene il video tutorial , sotto , cosi avrete il quadro completo su questo progetto.






Vi voglio dare tutte le informazioni per poter realizzare questo poncho che è un capo davvero semplice ma bello ed elegante . Prima di tutto vi dico che io ho utilizzato filato drops Alpaca 100%  e sono stata proprio contenta della scelta fatta. La quantità di filato è cca 350g , dico il poncho finito, quindi incluso i bordini. Un quadrato con il fiore misura 23 cm x 23 cm . Avete bisogno di 16 quadrati . Per il bordo intorno al collo ho lavorato 5 giri di punti alti, poi nel penultimo giro ho infilato un cordoncino realizzato con due catenelle da 250 punti ognuna, poi intrecciate . Sul bordo inferiore del intero poncho ho lavorato solo un giro di punti alti come ho fatto vedere anche nel video tutorial (clicca qui) . In più ho lavorato con il colore verde anche un giro di punto gambero per il video clicca qui , tutto intorno, questo bordino di punto gambero ha creato un bel effetto  riccio , proprio un po' , ciò che mi è piaciuto. Sempre con il filato verde ho lavorato anche intorno al collo un giro di punto gambero - per il tutorial clicca qui .
     Adesso parliamo delle misure: il mio da un lato al altro in larghezza misura 100cm, misurato nella parte più larga del poncho e sul davanti, poi come lunghezza misura 82 cm , dalla spalla al angolo del triangolo sul davanti. Qundi se lo volete più grande ma non di molto allora dovete solo lavorare con un filato più grosso e certo anche una misura più grande di uncinetto , lo potete lavorare anche con il filato di cotone, cosi risulta ancora più estivo e "buttato" sopra una maglietta o canottiera farà un figurone. Se volete realizzarlo in misure extra allora fatte cosi , invece di comporre il quadratone solo da 4 quadrati , mettete 9 quadrati  insieme , per capire meglio la struttura del poncho guardate il video. Il bello di un poncho è proprio questo sta bene su qualsiasi donna , magra o pienotta , il poncho sarà sempre un capo perfetto., che ne dite?????

Spero di aver datto tutte le informazioni , ma comunque se avete ancora delle domande , sapete dove mi trovate.

baci e ..............Buon unciponcho !
Oana


martedì 6 maggio 2014

Fiore nel quadrato

Care uncinettine,


come promesso nel video del fiore nel quadrato vi posto qua anche lo schema, da me presa dal web, per quelle di voi che volete lavorare il quadrato seguendo sia il video che lo schema o magari solo lo schema. 





come vedete anche voi, nello schema non c'è il numero di catenelle da lavorare negli spazi tra i petali, quella parte l'ho "inventata " io e trovate le spiegazioni nel video. Anche se non è un modello molto difficile , io ho voluto fare il tutorial per quelle di voi che non sapete leggere gli schemi, sarebbe un bel esercizio. Di schemi per l'uncinetto se ne trovano moltissimi in giro , sul web, il problema è che molti non sono chiari o sono sbagliati o magari la foto è cosi piccola che non si riesce a capire molto, io , non lavoro molto seguendo degli schemi , ma questo quadrato mi ha proprio colpito per la sua bellezza , nel prossimo tutorial , infatti vi presento il progetto da me ideato con questo stupendo motivo.




Buon Uncinetto

Oana